Quantcast

Presentazione del libro “Cuore di Rondine”

Sono poche le persone che possono dire di aver visto a volto scoperto il Comandante Alfa, fondatore del Gruppo d’Intervento Speciale, le teste di cuoio italiane ed autore del volume

Più informazioni su


    Quarant’anni di carriera, il Comandante Alfa è stato tra i fondatori del G.I.S. nel 1977 insieme ad altri quattro commilitoni del Reggimento Tuscania, quando organizza il gruppo specializzato nella lotta al terrorismo voluto dall’allora Ministro degli Interni Francesco Cossiga. Il Cigno, suo nome in codice, ha solo 26 anni quando nel 1977 è scelto dal G.I.S., e ribattezzato col nome Comandante Alfa. Un militare obbligato ad indossare il mefisto nero, che crede nella lotta per la libertà e la democrazia al servizio delle Istituzioni. Una vita incredibile vissuta nell’ombra sconosciuta ai più. La sua identità è e rimarrà segreta, ma lui stesso ha deciso di raccontare la sua “vita nell’ombra” in un libro autobiografico “Cuore di rondine”, dove narra della sua missione dura e rischiosa, l’uomo con la sua vita privata, le sue paure e la sua caparbietà. Il libro racconta 38 anni la vita del Comandante ALFA all’interno dei G.I.S. con missioni importanti a livello nazionale e internazionale, come l’intervento al carcere di Trani, dove i detenuti in rivolta tenevano in ostaggio dieci agenti della Polizia carceraria, la librazione della piccola Patrizia Tacchella rapita nel 1990 a soli 8 anni, l’attentato contro le forze italiane a Nassiriya nel 2003. Un libro che diventerà film. Sulle esperienze vissute il Comandante ALFA ha fondato una “Scuola Comandante ALFA”, una accademia sulla sicurezza destinata a selezionati professionisti di alto profilo.

    Più informazioni su