Quantcast

La madre non può occuparsi di lui. Presto si deciderà per l’affido. Gara di solidarietà per Mattia

PAOLA (Cs). Dimesso il neonato prematuro ricoverato presso l’Annunziata di Cosenza. Ora sta bene

Più informazioni su


    PAOLA (Cs) – Gara di solidarietà in città per un neonato ricoverato presso una struttura specialistica del capoluogo cosentino in attesa di affido. Quella di Mattia, questo il suo nome, è la storia di una madre che non può occuparsi di lui e di medici e paramedici di un reparto, assieme ad alcune associazioni di Paola, impegnati per il suo prossimo futuro. Dopo il parto, avvenuto presso l’Annunziata di Cosenza, il piccolo era stato ricoverato per pochi giorni presso il reparto di neonatologia dello stesso nosocomio, affinché potesse recuperare peso. Le dimissioni sono arrivate appena ha raggiunto i 2,5 kg. Subito dopo Mattia doveva essere trasferito presso la struttura paolana “Istituto Stella Del Mare”, centro che accoglie donne e bambini in difficoltà. La scelta finale, tuttavia, è stata quella di un soggiorno presso una struttura adeguata alle sue esigenze sita a Montalto Uffugo, in provincia di Cosenza. Intanto l’arrivo del piccolo aveva fatto scatenare, nella città del Santo, una vera e propria “gara” a suo sostegno: il bambino aveva bisogno di tutto, dal biberon, alle copertine, dalle garze sterili per l’ombelico, fino al latte in polvere per essere nutrito. E proprio alcune associazioni cittadine si sono immediatamente mobilitate e nell’arco di pochissime ore tutto l’occorrente per la cura del piccolo è giunto a destinazione. “Ora Mattia sta bene – hanno assicurato i membri delle associazioni. Ha tutto ciò di cui ha bisogno almeno per i primi 3 mesi di vita. E’ gioioso e sorridente” . Insomma una storia a lieto fine che ribadisce, se mai ce ne fosse bisogno, la grande solidarietà dei calabresi e, in questo caso, dei cittadini di Paola. Buona vita Mattia. (Tiziana Serpa)

    Più informazioni su