Quantcast

Randagismo -“ Domenico Miceli del M5S: “Soldi pubblici sprecati Il problema non è stato risolto”

L’esponente grillino annuncia una interrogazione sul caso “Villaggio Europa”

Più informazioni su


    Rende, Astolfo Perrongelli

    Prosegue la querelle sul randagismo. Stavolta si passa da Cosenza a Rende, dove a mettere in evidenza il problema è il consigliere comunale grillino, Domenico Miceli. “Ormai la percezione del pericolo derivante dai branchi di cani randagi a Rende ha superato la soglia di guardia. In alcuni quartieri (Villaggio Europa, Dattoli, zona industriale) i cittadini chiedono provvedimenti immediati per risolvere un problema che è sotto gli occhi di tutti. E che, nonostante tutti i soldi pubblici che il Comune spende ogni anno, non trova alcuna soluzione. Senza creare allarmismo, crediamo sia arrivato il momento di porre in essere tutte le soluzioni che il caso impone, prevedendo anche la creazione di un canile comunale per arginare il problema nel lungo temine. Canile comunale che è inserito nel piano triennale delle opere pubbliche, con priorità assente ma sicuramente molto bassa visto che è programmato al terzo anno, per un valore pari a 500mila euro”. E aggiunge Domenico Miceli: “Nell’immediato siamo certi che l’emergenza possa essere contrastata solamente attraverso una forte campagna di adozione, la microchippatura puntuale di tutti i cani presenti in città, la profilassi e la sterilizzazione, la possibilità dei cittadini di adottare i cani di quartiere, l’informazione e la sensibilizzazione verso la cura degli animali in ambito scolastico. Come Movimento 5 Stelle crediamo sia arrivato il momento di fare qualcosa di concreto per eliminare una volta per tutte il fenomeno del randagismo dalla nostra città. E per farlo c’è bisogno dell’aiuto di tutti, eliminando lo spreco di risorse pubbliche e bloccando sul nascere odiosi business su animali indifesi”.

    Più informazioni su