Quantcast

“Mi ha salvata San Francesco di Paola”. La dottoressa Siciliano si ritiene una miracolata

Venerdì scorso solo per caso non è rimasta schiacciata da un palo dell'illuminazione abbattutosi sulla sua auto per il forte vento

Più informazioni su


    All’indomani della tragedia sfiorata in via Francesco Cilea a Paola, quando a causa del forte vento un lampione si è abbattuto sulla sua auto, la dottoressa Mariangela Siciliano appare ancora frastornata: “Adesso ne parlo con un sorriso ma se penso a quello che poteva essere ho ancora i brividi, mi sento svuotata. Siamo appesi ad un filo e la nostra vita non è veramente nostra” La dottoressa, medico di base molto stimato in città, si stava recando presso l’abitazione di una paziente per una visita, in una normale giornata autunnale. Quello che non era affatto normale era il fortissimo vento che già da diverse ore sferzava la cittadina tirrenica: “E’ successo tutto in un attimo, solo qualche istante prima che entrassi in macchina. Avevo già le chiavi tra le mani quando ho visto il lampione abbattersi violentemente sulla mia auto. Sono rimasta immobile, non ho capito niente e per qualche istante non sono nemmeno riuscita a parlare”. Racconta così la vicenda la dottoressa, che adesso appare più sollevata. Nelle ore successive all’accaduto, dopo che CosenzaInforma ne ha dato notizia,  ha ricevuto tantissimi attestati di stima e solidarietà: “Per una volta – commenta ancora – sono stati i miei pazienti ad essere in pensiero per me!” Vicenda che si conclude, dunque, con tanto spavento ed uno sguardo al cielo: ” E’ grazie a San Francesco – conclude – che oggi sono ancora viva”.

    Tiziana Serpa

    Più informazioni su