Quantcast

Arrestato Giacomino Guido, uno dei personaggi di spicco delle cosche di Amantea

Alla fine di settembre era stato condannato in primo grado all’ergastolo per omicidio

Più informazioni su


    Giacomino Guido, alias “Pantera”, 50 anni, sposato con figli, ritenuto uno dei personaggi di spicco delle ‘ndrine che operano da anni sul territorio di Amantea, è stato tratto in arresto intorno alle 17 di oggi dai carabinieri, in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare emesso dalla Corte d’Assise di Cosenza su proposta della Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro. Il Guido era stato condannato all’ergastolo il 24 settembre scorso, dalla stessa Corte d’Assise cosentina, al termine del noto processo per crimini di mafia denominato “Tela del Ragno”, che ha visto alla sbarra soggetti appartenenti alle cosche di Amantea, Paola e Fuscaldo. Nella maxi inchiesta, portata avanti da pubblico ministero Eugenio Facciolla, Guido era stato ritenuto responsabile dell’omicidio di Luigi Sicoli avvenuto quasi 15 anni addietro, sempre nella cittadina tirrenica. L’ordine di arresto, che arriva, dunque, dopo poco più di un mese dalla condanna di primo grado, è stato ritenuto necessario per fondati pericoli di fuga del Guido, che in questo periodo pare abbia più volte richiesto alle autorità competenti il rilascio di documenti validi (carta d’identità) per l’espatrio. Il silenzioso e certosino lavoro investigativo atto a sostanziare i timori che l’uomo potesse allontanarsi dal territorio italiano, sono stati portati avanti dagli stessi militari dell’Arma della stazione di Amantea, guidati dal Maresciallo Tommaso Cerza, e coordinati dal capitano Antonio Villano. Guido Giacomino è stato arrestato in pieno centro cittadino, in questi giorni invaso dai visitatori per la secolare Fiera di Amantea. L’uomo non ha opposto resistenza e dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la casa circondariale di Paola.

    Rino Muoio

    Più informazioni su