Quantcast

Una semina che continua

Firmato accordo tra l’Arcidiocesi di Cosenza e i Club Rotary

Più informazioni su


    Nei locali della Curia diocesana, S.E. Mons. Nolé e i presidenti dei Rotary Club “Cosenza”, Sergio Nucci, “Cosenza Nord”, Pietro Leo, e “Rende”, Gennaro Meringolo, hanno firmato una convenzione che prevede il versamento, da parte dei tre Club di un contributo che andrà a rimpinguare il fondo di solidarietà “Il Seminatore” costituito dalla Diocesi presso la BCC Mediocrati. Erano presenti anche Mario Reda e Clelia Minasi per l’Ufficio Pastorale per i problemi sociali e il lavoro. La Banca, rappresentata dal segretario generale Federico Bria, ha confermato l’applicazione di un moltiplicatore 1×4 con il quale il fondo potrà garantire prestiti in numero superiore alle somme realmente versate. Attualmente, il fondo “Il Seminatore” assiste 36 attività imprenditoriali e/o di auto impiego con un plafond complessivo di 473.000 euro. “Il Seminatore”, attivo sin dal 2010, si rivolge a soggetti di età compresa tra i 18 e i 40 anni, residenti in uno dei comuni della Diocesi. Dopo una fase di pre-istruttoria effettuata dall’equipe diocesana, tra cui anche tutor del Progetto Policoro e un delegato dei Rotary Club, la documentazione viene trasmessa alla BCC Mediocrati. La Banca, previa istruttoria tecnica, potrà concedere un prestito massimo di € 15.000 per ciascun soggetto, per una durata tra i 18 e i 72 mesi. Il prestito sarà erogato sotto forma di mutuo chirografario con un tasso di interesse fisso pari al 4% annuo. Ai soggetti richiedenti non saranno chieste garanzie reali, grazie all’intervento della Diocesi che garantisce i prestiti all’80%, mediante il fondo di garanzia. In sette anni, grazie all’iniziativa della Diocesi, si sono concretizzati numerosi interventi per contrastare la rassegnazione e la mentalità ispirata all’assistenzialismo promuovendo, al contrario, una nuova “cultura del lavoro”, ispirata ai valori umani e cristiani della responsabilità personale, della solidarietà, della sussidiarietà e della cooperazione. In quest’ambito si innesta l’iniziativa dei Club Rotary “Cosenza”, “Cosenza Nord” e “Rende” che garantiranno il loro apporto per irrobustire ulteriormente il progetto.

    Più informazioni su