Quantcast

Donne vittime di violenze: ora c’è un nuovo aiuto in città

Si chiama “Sportello donna” ed è un progetto che, gratuitamente, offre assistenza legale e psicologica, e corsi di autodifesa

Più informazioni su


    C’è un nuovo aiuto in città per le donne vittime di violenza. Si chiama “Sportello donna”. A farlo diventare realtà è l’associazione “Brutia Libera”. Due volte a settimana, presso lo studio legale Capizzano, in via Panebianco, a Cosenza, un avvocato, Serafina Capizzano, un pedagogista clinico, Filomena Cecere, un criminologo, Monica Capizzano, dedicheranno il loro tempo ad ascoltare donne in difficoltà a causa di uomini malati. Il tutto gratuitamente. “Ognuno di noi – dice a Cosenzainforma.it Monica Capizzano – offrirà la propria professionalità per affrontare il problema dal punto di vista legale, ma anche psicologico”. Con questi tre professionisti anche un esperto di arti marziali e difesa personale, Raffaele Napoli. “Il maestro Napoli – continua Capizzano – insegnerà gratuitamente le tecniche di autodifesa all’interno di una palestra”. Lo “Sportello donna” è un progetto che l’associazione “Brutia libera” illustrerà anche nelle scuole dove opera già da tempo operando in termini di prevenzione. Tutto viene svolto da sempre senza soldi pubblici. “Facciamo tutto – dice sempre la criminologa -perché abbiamo a cuore il nostro territorio e le donne che ci vivono”.

    Più informazioni su