Quantcast

Vendevano droga online sul sito Darkness

Eseguite 45 perquisizioni domicialiari, anche a Cosenza, per l’utilizzo di criptovalute

Più informazioni su


    La Squadra Mobile di Lecco ha arrestato tre spacciatori responsabili di commercializzazione di sostanze stupefacenti (hashish, cocaina, marijuana e droghe sintetiche) attraverso la piattaforma on line Darknet.

    Le indagini, avviate nel gennaio del 2016, hanno consentito, anche tramite attività sotto copertura online, di acquisire gravi elementi indiziari a carico di un italiano, un brasiliano ed un albanese che vendevano, servendosi dell’anonimato offerto dal sistema, merce illegale ricevendo ordinativi e pagamenti con “criptovalute” come il bitcoin, e successivamente spedendo i prodotti tramite plichi sempre anonimi.

    Per il sito I.D.C., acronimo di “Italian Darknet Community” l’autorità giudiziaria lecchese ha disposto l’oscuramento nella parte accessibile tramite l’open web. Nel corso dell’inchiesta sono state sequestrate significative quantità di droga, tra cui oltre 2 chilogrammi di droghe sintetiche, sono stati effettuati alcuni arresti in flagranza di reato ed inoltre è stato eseguito un provvedimento restrittivo nei confronti di un ulteriore indagato.

    Nel medesimo contesto investigativo sono state eseguite 45 perquisizioni domiciliari, anche a Cosenza, a carico di altrettanti soggetti, emersi come acquirenti di bitcoin e di merce illegale “online”. Molti di loro sono giovani, e tra di loro c’è anche un minorenne; tutti avevano predisposto i propri computer con sofisticati programmi finalizzati alla completa “anonimizzazione” della navigazione.

     

     

     

     

     

     

    (fonte c. s. Questura di Lecco)

    Più informazioni su