Quantcast

Santa Maria del Cedro. Stasera riapre il ‘Sesto Senso’

Il noto locale della movida estiva quasi un anno fa fu costretto alla chiusura da un incendio di natura dolosa

Più informazioni su


    A un anno quasi dall’incendio riapre il Sesto Senso, rinomato locale di Santa Maria del Cedro. Era stato oggetto di un’ azione criminosa di natura dolosa, che ne aveva danneggiato in misura maggiore la parte antistante, quella riservata agli avventori, per lo più giovani.

    Era una notte in cui fortunatamente non vi era nessuno, in quanto il locale era momentaneamente chiuso e aspettava di essere riaperto dopo qualche giorno. Le fiamme lo avevano avviluppato dopo le 2; sul posto erano arrivati le forze dell’ordine e i vigili del fuoco, allertati da alcuni passanti. Dalle prime indagini emerse la natura dolosa, probabilmente legata al fenomeno estorsivo. Grande disappunto e tante manifestazioni di solidarietà da parte dei suoi clienti, poche reazioni, a dire il vero, dal mondo dell’associazionismo o istituzionale della costa, fatto salvo quello del Comune di Santa Maria del Cedro. L’incendio del Sesto Senso per molti divenne il simbolo della protervia criminale e dell’assuefazione, della paura o dell’indifferenza a essa connesse.

    Questa sera, dicevamo, riapre: i titolari lo hanno rimesso in piedi con enormi sacrifici, facendo un piccolo miracolo. Non hanno avuto fino a oggi nessun risarcimento per i danni subiti. “Sarebbe bello – afferma il sindaco Ugo Vetere – che fossero presenti alla riapertura i rappresentanti delle istituzioni, le forze di polizia, i cittadini. Io ci sarò”. Esserci significherebbe in questo caso prendere le distanze da quella protervia e sostenere, anche fisicamente, il coraggio dei proprietari.

    Tania Paolino

    Più informazioni su