Quantcast

«Manna vuole rilanciare il centro storico ma i turisti scappano perché i musei li lascia chiusi»

Lo scrivono i giovani del coordinamento Ap Rende in una nota

Più informazioni su


    “Non volevamo certo parlare, né tantomeno fare polemiche strumentali ma non si può restare a bocca chiusa difronte ad un’altra azione scellerata di Manna e della sua Giunta familiare.

    Non solo per tutte le domeniche e per l’intero mese di agosto, infatti, inclusi i giorni a cavallo di Ferragosto, i musei nel centro storico li ha lasciati chiusi e i turisti, con grande stupore e amarezza, sono stati costretti ad andare via. E meno male che questo doveva essere il nuovo rilancio del centro storico da parte dell’assessore Zicarelli, delegato, e da parte dell’assessore alla Cultura Petrusewicz.

    Già il cambio da parte di Manna della delega al centro storico all’assessore Pasqua aveva fatto ben sperare i cittadini del borgo antico di un rilancio concreto, invece, oggi, assistiamo alla completa mortificazione del nostro borgo antico e alla mancata valorizzazione del nostro patrimonio culturale rendese. E questa doveva essere il rilancio dell’azione amministrativa di Manna con la Fase3?

    A Manna non resta che chiedere scusa ai cittadini, per come li ha ingannati e traditi e per tutti i danni che sta facendo. La città è sporca, le contrade abbandonate, le fogne sono a cielo aperto, manca la manutenzione anche la più banale come il rattoppo di una buca per strada. Ed ora anche i musei chiusi ad agosto che è vergognoso perché la città di Rende, luogo di cultura.

    Per non parlare dell’emergenza idrica che vede coinvolto Santo Stefano, Nogiano e tante altre contrade dal 10 agosto, a causa di una rottura in zona Arcavacata. E Manna che fa? Lascia a secco questi cittadini, con famiglie, anziani e bambini nella più totale disperazione, senza la possibilità di usufruire di acqua con queste alte temperature.

    E lui irresponsabilmente non ha emesso l’ordinanza per far arrivare un’autobotte da parte delle autorità competenti per l’approvvigionamento idrico ed igienico sanitario. Caro Manna, ci vuole coerenza, responsabilità, trasparenza, legalità e chiarezza di propositi e di azioni per governare la casa dei cittadini”.

    Più informazioni su