Quantcast

Traffico.Occhiuto: ‘La situazione ieri, era scorrevole e molto migliorata’

“Cosenza vive una nuova vita proprio grazie a queste decisioni “. Il sindaco fa un bilancio nel suo profilo social

Più informazioni su


    “Via Misasi in effetti non è mai stata una grossa arteria stradale utile allo scorrimento del traffico veicolare in senso longitudinale perché già a partire dalle scuole fino ad arrivare a piazza Loreto e piazza Europa diventava di fatto una barriera. Con buona parte del flusso orientato in direzione autostrada che svoltava su via Simonetta, ora semplicemente anticipato su via Tancredi. Assistiamo, come al solito, al tentativo di tanti (compresa una parte della stampa cittadina) di soffiare sul fuoco per amplificare lo stato di disagio provocato ai cittadini dai cambiamenti in atto. Il mio lavoro quotidiano incentrato sempre sull’obiettivo di migliorare la città e la vita dei cittadini, assumendo anche decisioni inizialmente impopolari, viene fatto strumentalmente passare per comportamento tirannico e insensato. Finora al contrario tutte le modifiche apportate precedentemente alla viabilità (piazza Loreto, piazza Riforma, piazza Bilotti e anche quelle su viale della Repubblica e ingresso autostrada, compresa l’eliminazione dei semafori su via Misasi) hanno migliorato la situazione preesistente rendendo il traffico più scorrevole, consentendoci inoltre di guadagnare molti spazi per i pedoni. La logica è quella di indirizzare i flussi di traffico secondo direttrici ben determinate e liberare più aree centrali possibili dalle auto. Non possiamo realizzare immediatamente tutti i cambiamenti perché devono essere poi metabolizzati e memorizzati dagli utenti. Le nostre intenzioni sono quelle di decongestionare il traffico, creare molte piazze pedonali in centro città e rendere più sicure alcune aree praticate da pedoni e bambini. Secondo questi criteri stiamo predisponendo un nuovo piano urbano della mobilità sostenibile, a cura degli stessi esperti che hanno affiancato il progetto Metro, e che hanno condiviso le modifiche apportate. È stata realizzata un’analisi dei carichi del traffico presente su via Misasi e un’ipotesi di alleggerimento dividendo i flussi veicolari su direttrici diverse a seconda delle destinazioni. Se il progetto non funziona, torneremo indietro nelle decisioni. Non esistono città senza traffico veicolare, ma noi stiamo provando a passare da una città delle macchine a una città delle persone. Da una città che si attraversa a una città che si vive. I risultati sono già sotto gli occhi di tutti: Cosenza vive una nuova vita proprio grazie a queste decisioni”.

    Più informazioni su