Quantcast

È in corso la ‘Settimana europea della mobilità sostenibile’

A Cosenza sono due gli appuntamenti: Mercoledì 20 e venerdì 22

Più informazioni su


    Promossa dalla Commissione europea, la “Settimana della mobilità sostenibile†si svolge dal 16 al 22 settembre di ogni anno e rappresenta ormai un appuntamento internazionale fisso che ha l’obiettivo di promuovere l’utilizzo dei mezzi di trasporto alternativi all’auto privata per gli spostamenti quotidiani: a piedi, in bicicletta o con mezzi pubblici. “Offre ai cittadini – dice Michelangelo Spataro, assessore comunale alla Pianificazione urbana e Mobilità sostenibile – l’opportunità di riflettere sulla reale funzione delle strade cittadine e di discutere soluzioni concrete per affrontare sfide quali l’inquinamento atmosferico e acustico, la congestione, gli incidenti stradali e i problemi di saluteâ€.
    Il Comune di Cosenza, nell’aderire all’iniziativa, promuove due appuntamenti:
    Mercoledì 20 settembre ore 9.30: Esposizione di veicoli ecosostenibili e possibilità di prova presso piazza dei Bruzi.
    Venerdì 22 settembre: «Giornata del trasporto pubblico gratuito», dove si darà la possibilità a tutti i cittadini che decidono di lasciare parcheggiata la propria auto di utilizzare i mezzi pubblici gratuitamente e per l’intera giornata su tutto il territorio comunale onde favorire l’uso del trasporto pubblico per soddisfare le esigenze di mobilità.
    “Muovere le idee per muovere le personeâ€, invece, è il titolo dell’iniziativa che si sta svolgendo a Pesaro fino al 16 settembre, promossa da numerose associazioni ed istituti che agiscono sui temi della mobilità sostenibile, tra cui Legambiente, Isfort, Kyoto Club, Euromobility, Fondazione per lo sviluppo Sostenibile, Ambiente Italia, Alleanza Mobilità Dolce ed il Patrocinio di Anci ed a cui il Comune di Cosenza sta partecipando con la presenza del Sindaco Arch. Mario Occhiuto. L’evento ha lo scopo di sensibilizzare le amministrazioni, mettere in comune le esperienze delle città, formare il volontariato, responsabilizzare le aziende, promuovere nuove professionalità e mobilitare tutte le associazioni per cambiare il modello di mobilità del nostro Paese.
    Al confronto parteciperanno esperti, sindaci, assessori, aziende, politici, associazioni, con idee, progetti ed esperienze su questi temi.

    Più informazioni su