Quantcast

Davide Bruno o Pierluigi Caputo per il dopo Spataro?

Il sindaco Occhiuto deve nominare il nuovo assessore all'Urbanistica. Potrebbe rientrare in giunta Massimo Bozzo. 

Più informazioni su


    Cosenza è piccola e la gente mormora. In questo caso mormora per capire chi sarà il sostituto di Michelangelo Spataro, ex assessore comunale all’Urbanistica e alla Mobilità. Amministratore che ha dovuto lasciare la poltrona per una condanna per bancarotta in merito al processo Tesi. Si diceva che la gente vuole sapere. E a dire il vero, la sostituzione di Spataro non tanto è facile. Il sindaco deve rispettare accordi o magari potrebbe portare a Palazzo dei Bruzi un nome tirato fuori dal cilindro, come ci ha spesso abituato il re mida cosentino. Dunque i nomi, o meglio i papabili: il primo è quello di Pierluigi Caputo, attuale presidente del consiglio comunale. Una figura che calzerebbe a pennello, il giovane è laureato in ingegneria, è molto legato a Occhiuto. Se dovesse sostituire Spataro dovrebbe diventare presidente del civico consesso Francesco Spadafora, per una serie di accordi pre elettorali. Ma qui scatta il gap: ovvero Caputo dovrebbe dimettersi da consigliere comunale e chi subentrerebbe nella pubblica assise al suo posto non si sa che linee politica potrebbe seguire. di conseguenza Caputo sarebbe al pit stop. Altro nome è quello di Davide Bruno, ex assessore proprio all’Urbanistica. Mario Occhiuto, durante la scorsa campagna elettorale ha detto che la sua squadra non sarebbe cambiata rispetto al primo mandato. Tuttavia, Bruno ha avuto in passato alcuni screzi con il primo cittadino è rimasto a bocca asciutta. infatti, l’ex assessore ha abbandonato, insieme con Francesco Spadafora, il gruppo di Forza Italia per trasferirsi, armi e bagagli, nel gruppo misto. Tuttavia, nelle ultime ore i rapporti tra il sindaco e il giovine sembrano siano rientrati nella normalità. Comunque sia. Occhiuto potrebbe affidare al nuovo assessore non tutte le deleghe che aveva Spataro, cosa che ha fatto con Lino Di Nardo (ha sostituito Luciano Vigna, ex assessore al Bilancio). All’esponente di Fdl, ha affidato la delega dei Tributi e Occhiuto ha tenuto per se quella del Bilancio. Nella possibile operazione di restyling, insistenti voci di corridoio, assicurano che potrebbe entrare anche Massimo Bozzo. Lui, una dei fedelissimi del sindaco Occhiuto, detiene la delega al randagismo. Un fenomeno che, grazie all’impegno dello stesso Bozzo e all’attivismo della polizia municipale e dei veterinaria dell’Asp, è stato, notevolmente, ridotto. Massimo Bozzo, uno dei tanti “enfant prodige” della vita politica cosentina, ha le qualità per ritagliarsi un ruolo di prestigio nella compagine amministrativa cittadina.

    Più informazioni su