Quantcast

L’INTERVISTA. ‘Occhiuto e la giunta devono stare più vicini ai più bisognosi’

Il consigliere comunale del Pse, Giovanni Cipparrone: “Il sindaco ha una maggioranza bulgara. Ed è il candidato ideale per il centro destra alla Regione. La metro? Non serve ai cosentini”

Più informazioni su


    di Astolfo Perrongelli

    La sua è una strana presenza in consiglio comunale. Nel senso che, Giovanni Cipparrone, benché eletto nella lista del Pse, e quindi nella componente contraria a quella della maggioranza, non manca a volte di dare un parere e sostegno alle scelte del sindaco. Sebbene sovente fa sentire la sua voce contraria su iniziative messe in atto dal primo cittadino e dal suo staff. Giovanni Cipparrone, consigliere comunale del Pse, è stato intervistato da cosenzainforma.it

    Dopo due anni e mezzo che bilancio dai alla giunta? Una giunta che per il 50% ha fatto sentire la sua vicinanza ai cosentini, credo che il welfare abbia bisogno di una figura che si occupi dei meno abbienti 24 ore su 24.

    E che giudizio dai all’operato dell’opposizione di cui dovresti fare parte? Quando si ha un consenso così ampio, come l’ha ottenuto Occhiuto 2 anni fa, e riemergendo, da solo, dopo la trappola messa in atto dai nemici del popolo, subito dopo la sfiducia, credo che ci sia ben poco da opporsi. Quella stagione per il mio gruppo è finita con la consapevolezza, vedi anche le dimissioni di Enzo Paolini, di giudicare man mano quello che si fa per il bene della nostra città. Occhiuto ha una maggioranza bulgara.

    Sei impegnato a favore dei quartieri periferici e dei più deboli. Cosa non ha fatto Occhiuto in favore di queste categorie? Ripeto manca l’assessore al Welfare che con la sua presenza potrebbe rendere più visibile quello che fino ad oggi abbiamo chiesto e che lo stesso Occhiuto ha confermato: ossia emergenza abitativa per tutti – coop di tipo A e B -Ludoteche e città dei ragazzi – servizi di accompagnamento per i diversamente abili – asili comunali. Ma senza un assessore adatto tutto ciò non ha la giusta rilevanza mediatica. Ancora: Occhiuto con i fondi per le periferie che il passato governo aveva impegnato per 95 comuni…aveva dato disponibilità al sottoscritto di far sì che gran parte di quei finanziamenti sarebbero stati spesi per via Popilia. Un peccato, da sottolineare che avremmo installato persino gli ascensori ai palazzi che ne sono sprovvisti. Ma sapete tutti com’è finita con il taglio messo in atto ai fondi già impegnati dell’attuale governo.

    La politica cittadina si è impantanata sulla querelle della realizzazione della metro. Il tuo parere?  La metro e un affare per pochi e non è,  per come è stata disegnata, conveniente per i cittadini. La metro doveva collegare tutti i paesi del Savuto e attraversare la città per arrivare fin all’Università, magari sfruttando l’attuale tracciato ferroviario.  Occhiuto si è fidato da chi aveva solo interessi nel far partire i lavori, con promesse di opere aggiuntive che non saranno mai realizzate, farebbe bene a bloccare tutto e ad ascoltare i cittadini di Cosenza visto che Oliverio è stato bravo a metterli tutti contro il loro sindaco.

    Con viale Parco chiuso da un lato, il traffico in città è asfissiante. Il sindaco avrebbe dovuto realizzare un collegamento alternativo. Ma sono rimaste parole mentre via Popilia è sempre nel caos. In commissione ho chiesto, come si evince dai verbali, che non poteva iniziare nessun lavoro prima di aver terminato la strada parallela a via Popilia. Purtroppo non è andata così.

    Infine, si ipotizza la candidatura di Mario Occhiuto come aspirante governatore della Calabria per il centro destra…. Che ne pensi? Checché se ne dica Mario Occhiuto per il centro-destra è stato l’unico politico che negli ultimi anni ha fatto parlare di se e del suo partito in Calabria, se non avanza lui una sua candidatura chi lo deve fare il medico personale di Berlusconi?

     

    Più informazioni su