Quantcast

Rende, in scadenza la “cosa pubblica”. Unico ordine del giorno del consiglio comunale straordinario

Agitazione nella sala consiliare, ma vince il bilancio e viene approvato. “E’ la vittoria dei cittadini” afferma il sindaco Manna

Più informazioni su


    “Noi lavoriamo per la città”. Dichiarazione dai toni incisivi quella del sindaco di Rende Marcello Manna, questa sera, durante il suo intervento nel consiglio comunale straordinario fissato, appunto, con emergenza per le ore 19:00 nella sala consiliare di Piazza Matteotti a seguito della convocazione di ieri, annullata, poiché non sussisteva il numero legale per poter procedere. La discussione odierna verte su un solo ed esclusivo punto: approvazione e deliberazione de “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019/2021”. A gran voce, il primo cittadino, riepiloga i temi che hanno interessato il lavoro della macchina amministrativa all’indomani delle elezioni del 2014 sino a questa giornata e, sui quali, ritiene che l’assise dovrebbe confrontarsi. Lo fa, citando uno ad uno ogni singolo consigliere già intervenuto nella discussione che agitava l’agibilità politica e, soprattutto, soffermandosi sulla questione riguardante il personale: ben 90 lavoratori part-time passano a contratto full time. “E’ questo il dato che dovrebbe interessarvi, eppure non avete nessun argomento. Non vedo un solo progetto dei consiglieri di minoranza per la città – incalza il sindaco nella sala gremita di cittadini – a voi le problematiche da risolvere, non interessano. Maggioranza sì, maggioranza no. State parlando solo di questo, fuorviando dall’ordine del giorno che fa riferimento alla legge di bilancio dello Stato, documento fondamentale di un’amministrazione”. Il sindaco, inoltre, evoca e rammenta il rispetto per la cosa pubblica, nonché il senso di responsabilità che ha fatto da monito a questa serata. Al termine dei lavori concitati, il documento di bilancio, trova la sua giusta approvazione: “La votazione di questo punto è la vittoria della città di Rende e dei cittadini”, il sindaco conclude e ringrazia con queste parole l’intera assise, ed in particolar modo il consigliere comunale, Antonio Francesco Elia, per aver pienamente accolto il senso di responsabilità verso il territorio a cui si appellava.

    Più informazioni su