Corigliano Rossano, incendiata l’auto del giornalista Buonofiglio

Da anni si occupa di documentare le vicende della sibaritide focalizzandosi sulle attività della criminalità organizzata

 

 

Nella notte ignoti hanno dato alle fiamme l’auto del direttore del quotidiano on line Altrepagine. L’incendio è divampato intorno alle 00:45, a Corigliano  Rossano, nei pressi dell’abitazione di Fabio Buonofiglio che da anni si occupa di documentare le vicende della sibaritide focalizzandosi sulle attività della criminalità organizzata. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno spento il rogo ed evitato che il fuoco si propagasse ulteriormente. La Fiat Punto del giornalista è andata distrutta insieme a quella parcheggiata al suo fianco di proprietà di una vicina di casa. Sul caso indagano i carabinieri di Corigliano, al lavoro per risalire ai responsabili dell’atto di verosimile natura intimidatoria.

‘Il fatto accaduto -scrive Buonofiglio sul quotidiano Altrepagine – fa parte del nostro lavoro. E il dovere dei cronisti è quello di raccontare i fatti. Non è affatto un bel giorno per nessuno di quanti, qui, possono ascriversi alla società civile. Per la nostra testata, per noi giornalisti, per noi stessi come persone appartenenti alle nostre famiglie, ai nostri affetti più cari, alla nostra comunità civile della città di Corigliano-Rossano e del comprensorio della Sibaritide, la nostra terra. Dove abbiamo deciso di continuare a vivere e dove noi persone perbene lavoriamo onestamente, in condizioni assai difficili, per creare ognuno il proprio personale sano progresso e tutti insieme il sano progresso della nostra comunità. Se ci uniamo e restiamo uniti ce la faremo. AltrePagine e il suo direttore non si lasciano intimidire: continueremo a lavorare e ad informare, come abbiamo sempre fatto”.