Quantcast

Cetraro. Alternanza scuola lavoro: Convenzione tra Comune e l’I.I.S “Silvio Lopiano”

Il progetto riguarderà gli alunni delle classi terze e quarte

Più informazioni su


    La Giunta Comunale di Cetraro ha approvato lo schema di convenzione tra l’Amministrazione comunale e l’I.I.S “Silvio Lopiano” per lo svolgimento di attività di alternanza scuola-lavoro, nei servizi del Comune di Cetraro per l’anno scolastico 2016/2017. Lo schema, composto da 7 articoli, è riservato agli alunni delle classi III e IV dello stesso Istituto. I vari responsabili dei Settori comunali hanno, pertanto, mandato per attivare azioni di competenza finalizzate a promuovere e a favorire l’accoglimento degli studenti destinatari dei percorsi di alternanza scuola-lavoro. Tale collaborazione era stata richiesta dal dirigente scolastico dell’Istituto “Silvio Lopiano” di Cetraro, il professore Graziano Di Pasqua, che, in particolare, aveva sottolineato: “L’istituto organizza attività di alternanza scuola-lavoro presso aziende, enti pubblici, allo scopo di favorire esperienze di conoscenza e di confronto tra la scuola e il mondo del lavoro per le classi terze e quarte. Tale esperienza, inoltre, costituisce un valido momento formativo e di orientamento rispetto alle scelte che, una volta terminati gli studi scolastici, gli studenti dovranno compiere”.

    L’alternanza costituisce, infatti, una modalità di realizzazione dei corsi nel secondo ciclo del sistema di istruzione e formazione, per assicurare ai giovani l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro. I percorsi di alternanza scuola-lavoro sono organicamente inseriti nel Piano triennale dell’offerta formativa dell’istituzione scolastica, come parte integrante dei percorsi di istruzione. In particolare, il Comune accoglierà a titolo gratuito presso le sue strutture 100 studenti dell’Istituto “Silvio Lopiano”, a gruppi di 7-11 per 40 ore a gruppo. L’attività di formazione e orientamento del percorso è congiuntamente progettata e verificata da un docente tutor interno, designato dall’istituzione scolastica, e da un tutor formativo della struttura, indicato dal soggetto ospitante, denominato “tutor formativo esterno”. 

    Per ciascun allievo beneficiario del percorso è predisposto un percorso formativo personalizzato, che fa parte integrante della convenzione, coerente con il profilo educativo, culturale e professionale dell’indirizzo di studi. L’accoglimento degli studenti per i periodi di apprendimento non costituisce rapporto di lavoro. Tale esperienza rappresenta, dunque, una importante opportunità sia per il tirocinante, che viene inserito temporaneamente nella struttura dell’Ente ospitante, acquisendo conoscenze pratiche che integrano la preparazione teorica posseduta, sia per l’Amministrazione, che può coniugare l’attività di tirocinio con lo sviluppo di progetti e di tematiche di interesse comunale. Inoltre, l’alternanza scuola-lavoro costituisce un elemento qualificante del processo formativo e una positiva occasione di raccordo tra gli alunni, le istituzioni, il territorio e il mondo del lavoro.

     

    Clelia Rovale

    Più informazioni su