Quantcast

Sport e solidarietà. A Scalea calcio solidale contro la violenza sulle donne

Si terrà oggi un triangolare di calcio patrocinato dallo sportello antiviolenza “La Ginestra”

Più informazioni su


    La Ginestra “Sportello antiviolenza” scende in campo entrando in rete e aprendo le sue porte anche alla corretta educazione maschile e non più maschilista del rapporto uomo- donna . Ecco quindi , il motivo di patrocinare una triangolare, sport che – pur essendo tradizionalmente e culturalmente rivolto agli uomini, può tuttavia diventare fattore trainante di una nuova collaborazione paritaria tra i sessi, proprio in virtù dell’essenza stessa dello sport che come tale non divide ma unisce.

    L’evento si terrà oggi a Scalea si vorrà condividere un momento di convivialità e condivisione tra tifoseria e giocatori, i quali si sentono onorati di investire tale ruolo e di sposare una così nobile causa. L’ auspicio, spiega il Presidente dello Sportello antiviolenza La Ginestra, Teresa Sposato, è vedere gli spalti del campo comunale Longobucco pieni in ogni ordine di posti, gremiti di pubblico pronto a fare il tifo per la giustizia per le donne vittime di violenza, per le quali lo sportello si è reso operativo approntando un piano di intervento. La Ginestra si imbatte nelle maglie del tessuto sociale per dar voce a chi non ne ha abbastanza o non ne ha più; raccoglie una vita dai colori sfocati per ravvivarli pian piano; accoglie uno sguardo o una voce mesti e spenti per ricaricarli di una dignitosa intensità. L’ obiettivo è quello di sensibilizzare l’ opinione pubblica sull’ importanza del servizio offerto dallo sportello antiviolenza La Ginestra, che non interviene solo sul fatto, ma anche preventivamente.

    L’ iniziativa vede schierate tre squadre, pronte a giocare una triangolare tutta dipinta di rosa. Gli attori della partita sono: il comune di Scalea, gli avvocati, i Cancellieri e i Magistrati del foro di Paola, le forze della Polizia, che si sfidano amichevolmente, sotto un caldo sole pomeridiano, per rompere il muro del silenzio, per ricordare tutte le donne che ci affidano una missione da compiere, affinché le loro esistenze non siano state stroncate invano.

    A sostenere il progetto i calciatori Pietro De Giorgio e Silvio Longobucco, i comuni di Diamante e Scalea, rappresentati dal Sindaco di Diamante, Sollazzo, dall’ Assessore al Walfare del comune di Diamante Urciuolo, dall’ assessore al Turismo del comune di Diamante Maiolino, da tutta l’ Amministrazione Comunale di Diamante, dal sindaco del Comune di Scalea Licursi. e dagli altri sindaci dei comuni limitrofi. Saranno presenti anche gli allievi dell’ Istituto Socio – Sanitario “Antonio – Gabriele” di Tortora Marina; le Associazioni presenti sul Tirreno; i rappresentanti delle Forze dell’ Ordine. Inaugurerà l’ evento di calcio solidale la Scuola di ballo Alma Dance di S. Nicola Arcella, che allieterà gli spettatori con una performance dal ritmo coinvolgente.

    Più informazioni su