Quantcast

Porto Cetraro, arrivano i finanziamenti della Regione

Alla Cittadella un incontro alla presenza del presidente Oliverio

Più informazioni su


    Il vicesindaco di Cetraro, Fabio Angilica, con grande soddisfazione, ha reso nota un’altra positiva notizia relativa al Porto turistico della città.

    “Il presidente Oliverio – ha, infatti, sottolineato Angilica, in una breve nota – annuncia il finanziamento del Porto di Cetraro. Stamattina (ieri), il sindaco Angelo Aita si è recato presso la Cittadella regionale, dove il governatore ha confermato la validità del progetto presentato dall’amministrazione Aita, che prevede l’ampliamento della darsena turistica per circa 200 ulteriori posti, la realizzazione dei moli per la piccola pesca, il dragaggio interno ed esterno del porto, la realizzazione dei box da destinare ad attività commerciali di qualità sulla banchina di riva e la realizzazione dello svincolo nord che dalla statale consente l’accesso alla struttura”.

    “Vedremo – ha, quindi, aggiunto il vicesindaco cetrarese – quali di queste opere verrà confermata nel finanziamento, ma, intanto, possiamo affermare che, grazie a una amministrazione attenta e alla lungimiranza del consigliere regionale Giuseppe Aieta, che, per primo, ha posto la necessità di valorizzare l’offerta diportistica della nostra regione, la nostra cittadina potrà ulteriormente potenziare i servizi offerti dalla più importante struttura portuale del Tirreno”. Ricordiamo, a tal proposito, che attualmente il porto di Cetraro è costituito da un molo di sopraflutto a due bracci, che si estende per sud-est, lungo circa 450 m; a circa 160 m dalla testata si diparte, invece, il Molo Martello, lungo 160 metri, orientato per nord-est, che, con il molo di sottoflutto di 240 metri, delimita l’imboccatura.

    Lo specchio acqueo interno è diviso in due dal pontile principale e la riva è banchinata. All’interno, si trova una darsena delimitata dal pontile principale e da due pontili secondari.

    Da luglio 2009, nella stessa struttura portuale è stata aperta la darsena turistica, con i pontili galleggianti muniti di servizi di acqua ed elettricità. La darsena può ospitare fino a circa 500 posti barca e al suo interno sono presenti servizi igienici e docce. Con queste notevoli caratteristiche, pertanto, la struttura rappresenta, senza dubbio, per la città di Cetraro e il comprensorio, un tassello fondamentale per la crescita e lo sviluppo del settore turistico territoriale. Il porto cetrarese, infatti, oltre a rappresentare un comparto economico di prima grandezza, è una delle principale infrastrutture in grado di attrarre quel turismo di qualità che la cittadina tirrenica e il territorio meritano.

    In particolare, nel corso della conferenza stampa tenutasi presso la Cittadella regionale, a Catanzaro, sono stati illustrati gli interventi e i progetti previsti, oltre che per il Porto di Cetraro, anche per quelli di Isola Capo Rizzuto, Roccella Ionica, Cirò Marina e Scilla.

    “Nei giorni scorsi – si legge, infatti, in un comunicato diffuso in merito – è stata approvata la graduatoria delle domande di partecipazione al bando che mette a disposizione 21 milioni di euro, a valere sull’asse VII “Sviluppo delle reti di mobilità sostenibile” del POR Calabria 2014-2020, per finanziare interventi infrastrutturali nei porti di rilievo regionale e interregionale, per riqualificare e adeguare le strutture esistenti e funzionanti e i servizi offerti. Il decreto prende atto dei lavori della Commissione di Valutazione che ha avuto in carico la procedura di selezione degli interventi da ammettere a finanziamento tra i Comuni che hanno provveduto ad inoltrare, nei termini, le istanze di partecipazione all’avviso pubblico rivolto agli enti locali quali titolari di funzioni di amministrazione attiva sulle infrastrutture portuali”.

    Clelia Rovale

    Più informazioni su