Quantcast

Vietato bere l’acqua, non è potabile

Ordinanza del sindaco di Cetraro per la frazione marina

Più informazioni su


    Il sindaco di Cetraro, Angelo Aita, con apposito provvedimento diffuso mercoledì scorso, 20 settembre, ha ordinato “alla cittadinanza residente nella frazione marina di non usare l’acqua erogata per usi potabili, potendola adoperare per esclusivo uso igienico”. “Tale divieto – si legge, inoltre, nel provvedimento – viene disposto fino a quando non verranno completati gli accertamenti tecnici ed igienico-sanitari in corso e sarà revocato appena possibile con successiva ordinanza. Gli agenti della Forza pubblica, l’Ufficiale sanitario ed i Vigili urbani sono incaricati della esecuzione dell’Ordinanza”. In particolare, nella stessa ordinanza, il sindaco della cittadina tirrenica ha motivato la sua decisione “a seguito di analisi microbiologiche effettuate dalla Arpacal.- Dipartimento provinciale di Cosenza in data 07.09.2017, acquisite al protocollo generale del Comune in data 13.09.2017, al n. 7413, su alcuni campioni d’acqua prelevati da edifici e fontane pubbliche”, dalle quali “è stata evidenziata la presenza di indici di inquinamento sia pure in modeste quantità”. Pertanto, “al fine di consentire accertamenti tecnici e nuove analisi, ai soli fini cautelativi, si è ritenuto utile adottare apposita ordinanza per avvisare la popolazione interessata affinché adoperi l’acqua per soli usi igienici, evitando quindi usi potabili”, nonché “di dover intervenire in maniera diretta e immediata per evitare eventuale nocumento alla salute pubblica”.

    Clelia Rovale

    Più informazioni su