Quantcast

Greco replica a Reda: ‘Stiamo pagando i debiti delle vecchie gestioni, le sue sono mistificazioni inaccettabili’

Il vice sindaco di Mendicino e assessore al bilancio risponde alle accuse del consigliere di minoranza

Più informazioni su


    MENDICINO (CS) – In merito ad alcuni comunicati divulgati a firma della consigliera di minoranza Francesca Reda in qualità di assessore al bilancio del Comune di Mendicino devo rispondere con chiarezza in merito alle vicende richiamate legate a questioni economiche, finanziarie e tributarie. E’ inaccettabile – dichiara Angelo Greco – la mistificazione che porta avanti un consigliere comunale già assessore della giunta che per ben 10 anni, nelle due precedenti consiliature prima dell’insediamento dell’attuale compagine amministrativa, ha sgovernato la nostra Mendicino e dalle loro gestioni originano i debiti che noi ora con grande difficoltà stiamo gestendo, onorando e risanando. Circa 5 milioni di euro di debiti pregressi accumulati invano senza risolvere mai problemi atavici quali quali la raccolta differenziata, l’efficentamento idrico, politiche sociali e culturali di livello e rilievo, progettazioni legate all’efficentamento energetico ed alla razionalizzazione della spesa. Debiti che ahime questa amministrazione sta PAGANDO con enormi sacrifici. Questa Amministrazione comunale – continua – non sta vessando alcun cittadino senza ottemperare ai principi di equità e trasparenza anzi sta producendo politiche volte a mettere in sicurezza il bilancio intervenendo sull’evasione e l’elusione fiscale contemperando le diverse difficoltà delle famiglie (non a caso anche sugli accertamenti e su qualsiasi altra forma di tributo si prevedono rateazioni anche con una certa flessibilità ed abbiamo chiesto massima attenzione anche dalla società Andreani in questa direzione. Giustizia e rispetto delle regole e di tutte quelle persone che pagano regolarmente i tributi comunali e sovente con grande difficoltà e non assalto fiscale. Ma la verità non può essere stravolta. In merito poi alla COSAP (canone di occupazione per l’occupazione di aree e spazi pubblici) come chiarito già attraverso tutti i precedenti comunicati fatti sulla stampa interverremo nel modo migliore possibile laddove necessario contemperando l’esigenza del cittadino e quella del comune con senso di responsabilità e serietà come sempre fatto. L’attenzione è massima su questioni delicate come quelle legate al bilancio del Comune. Nella mia veste non certo semplice in questa fase storica di assessore al bilancio nel sentir parlare in modo inesatto di regolarizzazione dei tributi del cittadino oppure dell’istituto del ravvedimento operoso in maniera impropria, di aumento della pressione fiscale quando tutta la tariffazione è rimasta immutata in questi anni di governo (anzi si sono messe in campo azioni di detassazione sulla Tari e sulla tassazione per chi investe nel centro storico ad esempio) di impoverimento dei cittadini quando l’azione va nel solco dell’equità fiscale e dove sono presenti delle eventuali storture intervenire prontamente francamente si rimane straniti soprattutto se Mendicino prima era un luogo anonimo invece oggi è una comunità che cresce da un punto di vista culturale ed economico-sociale . Su materie e situazioni del genere di risanamento dei conti pubblici ci vuole lavoro amministrativo, coraggio, determinazione e forte senso di responsabilità, serietà e chiarezza e non a caso in occasione della predisposizione del bilancio di previsione e nell’ottica degli incontri organizzati per il Bilancio Partecipato, da noi istituito, si rispiegherà – conclude Greco – con la massima trasparenza tutto quanto auspicando il giusto confronto perchè al centro di tutto ci deve essere e ci sarà sempre il cittadino da coinvolgere e rispettare non solo quando si avvicina la tornata elettorale ma sempre e comunque garantendo servizi, migliore qualità della vita e garantendo partecipazione.

    Più informazioni su