Quantcast

Il “Tenco ascolta” di scena al Castello svevo

L’1 e il 2 Ottobre parte la rassegna itinerante del club “Premio Tenco” che per la prima volta fa tappa in Calabria, a Cosenza

Più informazioni su


    COSENZA – Parte domani sera con inizio alle 20.30, ospitato dal Castello svevo, la prestigiosa rassegna. Due giorni di grande cantautorato che vedrà le mura della fortezza federiciana risuonare con i ritmi di nomi noti e giovani emergenti. Passeranno così dal palco bruzio del “Tenco ascolta” le nuove proposte musicali, tutte rigorosamente con radici meridionali, selezionate dalla direzione artistica del Club. Nella prima serata, ospite d’onore sarà Dario Brunori, attesissimo per l’esibizione “Brunori canta Dalla” insieme a Alfredo Biondo, Mirko Onofrio, Takabum Camera Unit. Le prime quattro nuove proposte in questa occasione saranno invece: i Camurria da Enna, Giulia Catuogno da Palermo, Marcondiro da Cosenza, Gerardo Tango da Andria (Barletta). Spazio poi alla seconda e ultima serata: questa volta ospite d’onore sarà Peppe Voltarelli che, domenica 2 ottobre, si presenterà pure nelle vesti di vincitore di una delle Targhe del Club Premio Tenco 2016 nella sezione “Interpreti di canzoni non proprie” per l’album e il libro “Voltarelli canta Profazio” (di cui la versione del brano “Qua si campa d’aria” è assurta a manifesto attualissimo dei calabresi). Non solo: l’artista cosentino regalerà una performance inedita, dal titolo “Voltarelli canta Léo Ferré”, quest’ultimo tra i protagonisti della canzone francese del Novecento, indimenticato nome che ha messo in musica i poeti maledetti nonché autore di molti brani di Edith Piaf. Domenica 2 ottobre, tra l’altro, il programma si arricchisce, nel pomeriggio (ore 16) di un talk nella sala del trono del Castello. L’incontro vuole essere l’occasione per far incontrare musicisti e operatori culturali locali con il Club Tenco, rappresentato dal direttore artistico Enrico de Angelis e da Stefano Senardi, componente del Consiglio Direttivo. Con la conduzione di Alba Battista, sarà presente il sindaco Mario Occhiuto, principale fautore delle due giornate cosentine. Parteciperanno inoltre Gino Crisci, rettore dell’Università della Calabria, Michele Funaro dell’omonima Fondazione, e il giornalista Gianluca Veltri. Alle 19.30, sempre domenica, prenderà così il via ufficialmente la seconda serata musicale con le nuove proposte Luca Burgio & Maison Pigalle da Palermo, Giglio da Napoli, Francesca Prestia da Catanzaro (nota per la sua ballata a Lea Garofalo), e Ivan Talarico da Petronà (Catanzaro). Oltre a Peppe Voltarelli, sarà ospite Rosa Martirano trio (Rosa Martirano, Checco pallone e Alberto la Neve) con l’esibizione “Cca nun si po’ sunnari”. In entrambe le serate presentate da Gianluca Veltri, ci saranno alcune incursioni musicali del grande folksinger calabrese Otello Profazio, Premio Tenco 2016. L’evento, fortemente voluto dal sindaco Mario Occhiuto, è organizzato in collaborazione con il Comune di Cosenza, l’Università della Calabria e la Fondazione Lilli Funaro. Un ringraziamento particolare è rivolto a Camillo Nola (Assolac) per la disponibilità dimostrata ad accogliere gli artisti con prodotti locali.

    Più informazioni su