Quantcast

Teatro: La Ruina in nomination tra i grandi

Il castrovillarese indicato nella terna dei finalisti al premio “Le maschere del teatro”. Non ha vinto, ma rimane il prestigio di essere stato selezionato

Più informazioni su


    L’attore e regista castrovillarese Saverio La Ruina è stato tra i tre finalisti del premio nazionale “Le maschere del teatro”, che si è svolto nel giugno scorso a Napoli, al teatro Antonio Niccolini dell’Accademia di Belle Arti. La serata è andata in onda, ovviamente registrata, ieri sera su Rai Uno. La Ruina era candidato al premio come migliore interprete di monologo in gara con Imma Villa e con un mostro sacro del teatro italiano, Roberto Herlitzka. Il premio se l’è aggiudicato Villa. Rimane il grande onore di una nomination prestigiosa per La Ruina in una serata che lo ha visto seduto accanto ai più grandi attori di teatro italiani. “Le maschere del teatro Italiano” è un riconoscimento teatrale nato nel 2002 e patrocinato dall’Agis, da tre edizioni promosso e organizzato dal Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale. La giura del prestigioso riconoscimento che ha selezionato le terne finaliste di ogni categoria (tredici) è stata presieduta, come sempre, da Gianni Letta ed, in questa edizione, era composta da Rosita Marchese (vicepresidente Consiglio di amministrazione del Teatro Stabile di Napoli), Giulio Baffi (critico di la Repubblica Napoli), Maricla Boggio (drammaturga), Donatella Cataldi (giornalista Tg3-Chiediscena), Fabrizio Coscia (critico de Il Mattino), Emilia Costantini (critico de Il Corriere della Sera), Masolino d’Amico (critico de La Stampa), Maria Rosaria Gianni (capo redattore cultura del Tg1), Enrico Groppali (critico de Il Giornale), Walter Le Moli, (regista e membro del C.d.A. Fondazione Teatro Due di Parma), Angelo Pastore (direttore del Teatro Stabile di Genova). Le terne selezionate sono passate al vaglio della giuria composta da oltre 800 tra artisti e addetti ai lavori, chiamati a votare a scrutinio segreto. Insomma, una sorta di Oscar italiano del teatro.

    Più informazioni su