Giovedi, 15 novembre 2018 ore 22:22  feed rss
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
INPROVINCIA

Spezzano della Sila. Soppressione Caserma dei Carabinieri, il sindaco scrive ad Oliverio

Salvatore Monaco, vuole mantenere la stazione dell’Arma, che potrebbe essere soppressa con l'istituzione di quella di Casali del Manco

Spezzano-della-Sila-Soppressione-Caserma-dei-Carabinieri-il-sindaco-scrive-ad-Oliverio
Mercoledì 12 Settembre 2018 - 17:10

Non c’è ancora nessuna comunicazione ufficiale sulla chiusura della Stazione dei Carabinieri di Spezzano Sila, in provincia di Cosenza, anche se la voce che circola sempre più insistentemente, dopo la nota dello scorso 21 maggio da parte della Prefettura dove se ne annunciava la soppressione e che il provvedimento dovrebbe essere una cosa imminente. Una decisione che il sindaco del comune presilano, Salvatore Monaco com’è ormai risaputo si rifiuta di accettare, come dimostrano le rimostranze avvenute nei giorni scorsi e come ha fatto in queste ultime ore appellandosi, attraverso una lettera inviata a tutti i rappresentanti istituzionali calabresi. La disposizione lo ricordiamo è maturata in seguito alla istituzione del vicino comune di Casali Del Manco, nato dopo un referendum e che ha accorpato i comuni di Spezzano Piccolo, Casole Bruzio, Trenta, Pedace e Serra Pedace. “La notizia della chiusura della Stazione dei Carabinieri, ha suscitato stupore e preoccupazione tra la cittadinanza – è quanto viene dichiarato nella missiva del primo cittadino, rivolgendosi a tutti i parlamentari calabresi, regionali e nazionali – atteso che ha sempre rappresentato un importante presidio di legalità. Ed è anche vero che sul nostro territorio e più precisamente presso la frazione di Camigliatello Silano vi è un’altra Stazione Carabinieri ma distante dal centro urbano di Spezzano 15 km – sottolinea ancora Monaco – e caratterizzata dalle diverse problematiche di un territorio vastissimo, quale l’Altopiano Silano, dove per altro sono attivi anche alcuni Centri di Accoglienza Straordinari per migranti ed i flussi turistici in alcuni periodi dell’anno superano anche le 30 mila presenze, con evidenti ripercussioni sulla possibilità, per gli stessi Carabinieri, di assicurare un’adeguata tutela della sicurezza dell’ordine pubblico anche nel distante centro cittadino”. L’amministrazione comunale nei mesi scorsi ha anche avuto un incontro con i vertici del Comando Provinciale dei Carabinieri offrendosi di farsi carico del canone attualmente sostenuto dall’Arma, pur di non vedere chiudere la Stazione, individuando anche uno stabile che metterebbe a disposizione dell’Arma dei Carabinieri, ossia la ex sede della scuola materna. Appunto per questo, il sindaco Salvatore Monaco appellandosi a tutta la deputazione regionale e calabrese di tutti i partiti, chiede un loro intervento per scongiurare la chiusura della Stazione dei Carabinieri di Spezzano Sila, sulla scorta di una attenta valutazione legata alla primaria esigenza di rafforzare la presenza dello Stato in un territorio come la Calabria che ha bisogno di messaggi rassicuranti e che da sempre considera l’Arma dei Carabinieri un imprescindibile punto di riferimento per la Comunità.




ULTIMISSIME
Rende, trovato amianto in scuola materna
Mercoledì 14 Novembre 2018