Domenica, 21 ottobre 2018 ore 08:24  feed rss
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Catanzaroinforma.it
CRONACA

Alla ‘Don Milani - De Matera’ aule inagibili

Due aule e i bagni del terzo padiglione sono state dichiarate inagibili dopo un sopralluogo dei Vigili del fuoco

Alla-Don-Milani-De-Matera-aule-inagibili
Lunedì 08 Ottobre 2018 - 18:20

COSENZA - “Aule inagibili”: è questo il motivo che ha costretto gli alunni frequentanti la classe 3^C della scuola primaria “Don Milani – De Matera” a svolgere le attività didattiche nel pomeriggio, mentre gli alunni della 4^D sono stati spostati nell’edificio di via De Rada.

A meno di un mese dall’inizio delle attività didattiche bisogna fare i conti con edifici non a norma, aule inagibili o carenti del certificato di collaudo statico. E oggi a pagarne le conseguenze sono gli alunni dell’istituto comprensivo “Don Milani-De Matera” di Cosenza – si legge nella nota del capogruppo Pd in consiglio comunale, Damiano Covelli.

Due aule e i bagni del terzo padiglione sono state dichiarate inagibili dopo un sopralluogo dei Vigili del fuoco. Un avviso che ha allarmato i genitori visto che per questa scuola erano già stati previsti ed effettuati dei lavori. Per l’istituto, con determinazione dirigenziale numero 765 del 31/03/2015, venne approvato il progetto esecutivo per l’importo complessivo di 200mila euro e indetta la relativa gara di appalto. Soldi utilizzati per la realizzazione degli interventi finalizzati alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi anche non strutturali nella Scuola elementare e materna “G. De Matera” di via Aldo Moro. Com’è possibile che a distanza di meno di due anni dalla fine dei lavori gli alunni vengano spostati in altre aule o costretti a svolgere le attività didattiche nel pomeriggio, per l’inagibilità di alcune aree dell’istituto? Che tipi di interventi erano stati effettuati? L’istituto è stato realmente messo in sicurezza? I genitori - conclude Covelli -  aspettano di ricevere delle risposte e di avere le giuste garanzie per la sicurezza dei propri figli.

 

 

 

 




ULTIMISSIME