Martedi, 11 dicembre 2018 ore 08:14  feed rss
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Catanzaroinforma.it
SPORT

Volley maschile. Bisignano-Corigliano: un concreto test per due

La partita più interessante della serie C calabrese è quella di Collina Castello (domenica, ore 18 e 30), mentre il Montalto andrà a far visita alla capolista Cinquefrondi. Trasferte tranquille per Diamante e Belvedere

Volley-maschile-BisignanoCorigliano-un-concreto-test-per-due
Domenica 02 Dicembre 2018 - 13:0

Due scontri diretti illuminano il panorama dell’ottava giornata del massimo campionato regionale di pallavolo. La somma dei punti in classifica parla chiaro, anche perché si incontrano quattro delle sei squadre che lotteranno fino alla fine per prendere posto sulle quattro poltrone designate per i play off. Due su sei saranno bocciate e non sarà un impatto piacevole. Una cosa, questa, alla quale dovremo rassegnarci noi spettatori (cosa facilissima, diciamolo) e dovranno rassegnarsi le due società che, per forza di cose, resteranno fuori. E questo, dicevamo, non sarà certo facilissimo. D’altronde, è successo ai mondiali di volley, nei mesi scorsi, di vedere fior di squadre fare da spettatrici col magone davanti alle Final four giocate dagli altri: lo sport è questo, no? Detto ciò, scendiamo sulla terra e torniamo alle partite di questo fine settimana.

La gara che occupa il primo posto, per somma dei punti (33), è quella tra Cinquefrondi e Montalto. La capolista reggina, meritatamente ancora imbattuta, è reduce dalla vittoria sul campo del Crotone, mentre Montalto, che abbiamo seguito nella sfida interna col Bisignano, ha dovuto arrendersi per la terza volta in queste prime sette gare giocate. Ovviamente, se guardiamo i nomi delle avversarie vittoriose (Belvedere, Diamante e poi lo stesso Bisignano), vediamo che Barile e compagni hanno già disputato quattro scontri diretti, cosa che alle altre non è ancora capitato. La quarta partita è stata quella vinta con il Corigliano, ma una sola vittoria su quattro gare “toste” non è un ruolino di marcia che fa sorridere. La squadra, lo abbiamo ripetuto sia qui che in altre sedi, ha bisogno di avere una panchina più lunga, alla quale attingere per dare aiuto a Gonnelli e Rota, costretti a tirare la carretta da soli se la ricezione non è buona e l’opposto Fiorino non è in giornata di grazia. Del Cinquefrondi parleremo più in dettaglio quando avremo l’opportunità di vederlo da vicino, ma la rosa è ottima (ci limitiamo a pochi nomi: Remo, Cimino, Pugliatti e Mercurio) e l’allenatore, Giacomo Tomasello, anche. La società ha saputo assestarsi bene in questo campionato, dopo aver rinunciato a malincuore a disputare un altro campionato di serie B.

L’altra gara importante è anch’essa, come dicevamo in apertura, uno scontro diretto. Con 31 punti come somma, è una gara ancora più interessante di quella che analizzavamo poco fa. Parliamo di Bisignano-Corigliano, in programma domenica sera nella palestra di Collina Castello di Bisignano, alle ore 18 e 30.

Per i padroni di casa, usciti tra gli applausi dei tifosi avversari dalla gara di Cosenza con il Montalto, è il secondo impegno consecutivo di spessore. Ha perso una sola volta, ma con il Cinquefrondi, mentre non erano proibitivi gli impegni successivi, Montalto a parte. La squadra è quasi tutta under 20, con due “ciliegine” di qualità ed esperienza come il palleggiatore Esposito e l’opposto Ferraro. Il tecnico bisignanese, Renato Amodio, gioca a tenere bassi gli entusiasmi e fa bene, e finge di rammaricarsi per l’età troppo giovane di alcuni atleti, ma se la ride tranquillamente sotto i baffi vedendoli giocare così bene.

Appare chiaro che, per lui e per i suoi ragazzi, la gara di domenica sarà un test importante, dovendo affrontare una squadra anch’essa giovane e molto agguerrita come quella jonica.

Dopo la partenza di Tomasello, è arrivato a Corigliano Alfonso Bosco (nella foto, durante un tie out), tecnico che vanta brillanti esperienze in A2 sia come scoutman, nel Catania di Hugo Conte, sia come vice allenatore, nell’Aversa di Pasquale Bosco.

Anche per i rossoblù jonici, che hanno un organico affiatato reduce dal bel campionato scorso, sarà un test fondamentale: hanno perso due gare e non possono uscire senza punti da questa trasferta, se vogliono davvero essere la squadra guastafeste nella corsa verso i play off.

Sergio Lionetti




ULTIMISSIME
“Una Mano sul Cuore” a Mendicino
Lunedì 10 Dicembre 2018