Domenica, 25 agosto 2019 ore 13:37  feed rss
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Catanzaroinforma.it
ARTE E CULTURA

Presentazione di “Screaming. Come riconoscere un opportunista e tenersi alla larga”

Il libro è stato scritto da Anna Laura Cittadino e sarà presentato a Rende

Presentazione-di-Screaming-Come-riconoscere-un-opportunista-e-tenersi-alla-larga
Mercoledì 13 Marzo 2019 - 12:0

Screaming. Come riconoscere un opportunista è tenersi alla larga, della scrittrice rendese Anna Laura Cittadino, edito dalla Kimerik, con la prefazione del Criminologo Fabio Delicato, sarà presentato sabato 16 marzo ore 17.30 presso l’Hotel San Francesco a Rende (CS) Insieme all’autrice, interverranno: Diletta Aurora Della Rocca ( giornalista) Domenico Frammartino (Dir. Editoriale IdM Magazine) Antonello Marino ( Rossozero): progetto fotografico della copertina del volume. Nicoletta Toselli ( addetta marketing e comunicazione) Moderatrice dell’evento: la presidente dell’Associazione Brutia Libera Anna Canè. La lettura dei brani del libro saranno a cura di Amalia Gordano.

 “Una storia drammatica ma narrata con una semplicità tale da renderla a tratti grottesca. Una donna in carriera, insicura sul piano personale quanto temeraria e ambiziosa su quello lavorativo. Una storia di violenza psicologica e subdola a livelli altissimi. La narrazione segue gli eventi in modo cronologico e racconta di questa storia malata, di questo “amore” fatto solo di convenienza, ma mascherato da sentimento vero e puro. Un romanzo come un vero e proprio diario, in cui la protagonista: Francesca, si svela, si rimprovera e si mette a nudo, a rivelare una incapacità di reagire a un uomo che palesemente abusava della sua onestà e dei suoi sentimenti per trarne un beneficio a livello economico e di immagine.

Ma la protagonista non ci sta! E come d’incanto si sveglia da quel coma in cui era sprofondata e, sostenuta da uno scatto repentino di orgoglio, si ribella alla sua condizione di vittima per riscattarsi del tanto male subito. Una scrittura molto intimista, fluida e descrittiva trascina il lettore nel dramma vissuto per dimostrare che ci si può opporre a un tale sopruso e per lasciare degli indizi o meglio un vero e proprio identikit del tipico “opportunista” e per far sì che questa storia possa essere da supporto per altre persone che subiscono ogni giorno violenze psicologiche da individui manipolatori e opportunisti.”




ULTIMISSIME