Mercoledi, 22 maggio 2019 ore 13:16  feed rss
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Catanzaroinforma.it
CRONACA

Cosenza multe Ztl, Nucci: “A pagare è sempre il cittadino”

In questi giorni il Comune, con apposite determine, sta liquidando le spese e le competenze di lite relative ai ricorsi presentati da tanti cittadini per le contravvenzioni elevate nei varchi presenti in alcune vie 

Cosenza-multe-Ztl-Nucci-A-pagare-sempre-il-cittadino
Mercoledì 13 Marzo 2019 - 16:10

COSENZA - Sono poche centinaia di euro per ogni determina ma, considerato che i ricorsi sono davvero tanti, che l’orientamento consolidato dei giudici di pace del nostro tribunale è quello di condannare l’ente al rimborso anche delle spese (variabili dai 200 ai 300 euro per verbale), che è sempre la somma che fa il totale, alla fine per il Comune di Cosenza si tratterà di un esborso economico davvero cospicuo – scrive in una nota Sergio Nucci di Buongiorno Cosenza.

In verità ci si poteva attendere un così gran numero di ricorsi da parte degli automobilisti, considerata, oltre alla dicitura fuorviante del display, ovvero “Varco Attivo” - a questo proposito giova ricordare che sull’A2 insistono cartelli con la dicitura “Varco Aperto” che indicano la possibilità di transito – anche la sentenza n° 23661/2009 della Cassazione nonché l’acclarata violazione dell’art. 79 del Codice della Strada che stabilisce uno spazio minimo di avvistamento del segnale di almeno 80 metri prima del varco affinché sia percepibile dall’automobilista sia di notte che giorno, ciononostante il Comune di Cosenza, anziché recepire le sacrosante rimostranze dei cittadini, improntate all’osservazione della giurisprudenza corrente, ha insistito nell’inoltro dei verbali e quindi nell’apertura di tanti piccoli contenziosi che stanno mettendo in seria difficoltà l’Ente.

A noi, attenti osservatori delle cose cittadine, a questo punto sorgono spontanee una serie di domande alle quali sarebbe bene dare risposte pronte e attendibili. Dalle notizie in possesso dell’Ente quanti verbali sono stati elevati? Per quanti è stato fatto ricorso al giudice monocratico? Quante le sentenze che vedono il Comune soccombente? A quanto ammontano le spese che il Comune dovrà pagare, o meglio che i cosentini dovranno pagare? Chi può essere ritenuto responsabile di questo danno per le casse comunali? Si intende procedere nei confronti di colui o coloro che hanno inteso perseverare nelle riscossioni di verbali per multe comminate in presenza di evidenti anomalie? Ecco, tutte queste cose – conclude Nucci - le vorremmo sapere se non altro per ringraziare qualcuno per questo ennesimo danno a carico di tutta la cittadinanza.




ULTIMISSIME