Domenica, 25 agosto 2019 ore 06:55  feed rss
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Catanzaroinforma.it
CRONACA

Raduno degli alpini di settembre: stamattina briefing a Palazzo dei Bruzi

Sopralluogo dei consiglieri nazionali dell'A.N.A. in vista dell’evento

Raduno-degli-alpini-di-settembre-stamattina-briefing-a-Palazzo-dei-Bruzi
Giovedì 28 Marzo 2019 - 15:7

COSENZA - In vista del raduno degli Alpini del IV Raggruppamento del Centro Sud-Isole, in programma a Cosenza il 27,28 e 29 settembre, è arrivato questa mattina in città il generale Renato Genovese del Consiglio nazionale dell'ANA (Associazione nazionale Alpini) accompagnato da Federico Di Marzo, componente dello stesso Consiglio, per partecipare ad un briefing a Palazzo dei Bruzi nel corso del quale sono stati definiti gli aspetti organizzativi e logistici, con particolare riferimento al programma del raduno ed alla sfilata delle penne nere per le vie della città di domenica 29 settembre. I due consiglieri nazionali dell'ANA erano accompagnati, tra gli altri, dal consigliere della sezione di Napoli Campania-Calabria Gianfranco Musacchio e dal Vice Presidente della sezione di Napoli Nicola Filomia. A rappresentare l'Amministrazione comunale, l'Assessore alla Comunicazione, turismo e marketing territoriale Rosaria Succurro. Assente perché impegnato fuori città, l'Assessore Francesco Caruso che, in rappresentanza del Sindaco Mario Occhiuto, aveva preso parte, nel luglio dello scorso anno a Leonessa, in provincia di Rieti, al raduno del Quarto Raggruppamento dell'Associazione Nazionale degli alpini, al termine del quale era stata ufficializzata, con la cerimonia del “passaggio della stecca”, l'investitura della città di Cosenza a sede ospitante per il 2019. All'incontro di questa mattina era presente anche la responsabile del cerimoniale di Palazzo dei Bruzi, Elena Mittembergher. Il generale Renato Genovese del Consiglio nazionale dell'ANA (Associazione nazionale Alpini) e l'altro consigliere nazionale Federico Di Marzo hanno effettuato, accompagnati dalla Polizia Municipale, un sopralluogo in città, visitando Corso Mazzini, dove si snoderà la sfilata degli alpini (sono attese in città circa 10.000 persone), il Ponte di Calatrava, dove è prevista la partenza delle penne nere, il Monumento ai Caduti di Piazza della Vittoria dove è in programma per il pomeriggio di sabato 28 settembre la cerimonia dell'alzabandiera e la deposizione di una corona. Il sopralluogo è poi terminato in Piazza Bilotti, individuata come tappa conclusiva dell'evento e nella quale è prevista, domenica 29 settembre, la cerimonia del passaggio della stecca dal Sindaco Mario Occhiuto al Sindaco di Assisi, Stefania Proietti, in quanto la successiva edizione del raduno degli alpini sarà in programma proprio nella città umbra. Il raduno di Cosenza avrà un prologo venerdì 27 settembre all'Università della Calabria. Qui, in occasione della “Notte dei ricercatori”, l'Associazione Nazionale Alpini sarà presente con uno stand della Protezione Civile Nazionale e con l'esibizione del coro e della fanfara. Coro e fanfara si esibiranno anche la sera di sabato 28 settembre al Teatro “Rendano” dove, nel pomeriggio, è previsto il saluto istituzionale del Sindaco Mario Occhiuto e del Presidente Nazionale dell'ANA Sebastiano Favero. Subito dopo, le autorità prenderanno parte alla Messa Solenne in Cattedrale celebrata dall'Arcivescovo, Mons.Francescantonio Nolè e nel corso della quale sarà donata, dalla sezione ANA di Vercelli, una reliquia del Beato Alpino, don Secondo Pollo. Domenica 29 settembre, il clou della manifestazione. Alle 10,00 saranno resi gli onori al Labaro Nazionale e subito dopo sarà composto lo schieramento. Alle 10,30 inizierà dal Ponte di Calatrava la sfilata delle penne nere che si snoderà lungo corso Mazzini per concludersi in Piazza Bilotti. Tra le iniziative collaterali al raduno, l'apertura di stand di prodotti enogastronomici nella Villa vecchia e una mostra fotografica che sarà ospitata nel Chiostro di San Domenico. L'esposizione documenterà, in 150 fotografie, la vita del fronte durante la seconda guerra mondiale.




ULTIMISSIME