Domenica, 25 agosto 2019 ore 13:56  feed rss
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Catanzaroinforma.it
SANITA' E SALUTE

Sanità, Del Giudice: ‘Eccellenze da difendere nel nostro ospedale’

Il consigliere comunale difende l'operato del primario Lequaglie e del direttore Achille Gentile

Sanit-Del-Giudice-Eccellenze-da-difendere-nel-nostro-ospedale
Martedì 16 Aprile 2019 - 8:0

COSENZA - “Non risponde al vero che l’ospedale di Cosenza sia tutto marcio. Non risponde al vero che il lavoro incessante del direttore Achille Gentile non sia apprezzato da medici, infermieri e soprattutto cittadini e pazienti. Non risponde al vero che, all’Annunziata, non vi siano medici e primari in grado di salvare vite umane”.

Come sempre Sergio Del Giudice, consigliere comunale, non le manda certo a dire. Ed in merito ad alcune polemiche di questi giorni sul nosocomio cittadino vuole dire la sua.

“Parlo per espressione diretta e perché realmente, purtroppo, passato dalle sale operatorie e dalle corsie del nostro ospedale. Achille Gentile sta lavorando bene e l’inaugurazione dei giorni scorsi con l’apertura centrale dell’Annunziata è un segnale che va in questa direzione. Poi, però, il mio pensiero va ai medici ed ai paramedici che lì operano e lavorano. Ma come si fa ad attaccare al dottor Cosimo Lequaglie con la sua esperienza e bravura?

Basta leggere semplicemente una parte del suo curriculum per rispondere: Medicins Sans Frontieres, Direttore Divisione Chirurgia Toracica presso IRCCS – CROB, Direttore S.C. Chirurgia Toracica & Direttore ff Pneumologia presso Grande Ospedale Metropolitano Reggio Calabria, dirigente medico chirurgo toracico presso Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori e tanto altro. Se poi non dovesse bastare neppure questo aggiungo che sono stato il primo, almeno un mese fa proprio a Cosenza, ad essere operato dal bravissimo dottore. Insieme alle grandi capacità dell’intero staff mi sono sentito sicuro, pur trattandosi di un intervento delicato”. Del Giudice scrive anche che difficilmente ama parlare delle sue vicende del tutto personali e non facili ma “occorre scendere in campo per difendere la dignità ed il lavoro di una struttura, un reparto ed uno staff che Cosenza può annoverare tra le sue eccellenze”.




ULTIMISSIME