Domenica, 25 agosto 2019 ore 06:48  feed rss
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Catanzaroinforma.it
POLITICA

Cetraro primo punto di stoccaggio per rifiuti marini

Il Comune di Cetraro diventa il primo punto di stoccaggio del Tirreno cosentino dei rifiuti marini. Un progetto - approvato dalla Regione Calabria tramite il Flag “La Perla del Tirreno” - per un importo di 50mila euro

Cetraro-primo-punto-di-stoccaggio-per-rifiuti-marini
Sabato 01 Giugno 2019 - 20:30

CETRARO (CS) – Continua l’azione in favore del territorio da parte del Flag “La Perla del Tirreno”, del suo presidente Gabriella Luciani, del CDA, della Compagine Societaria tutta e della struttura tecnica del gruppo di azione locale.

L’ennesimo atto di buon operato è la firma della convenzione, per un importo di 50mila euro, in favore del Comune di Cetraro che, di fatto, diventa ora il primo punto di stoccaggio del Tirreno cosentino per i rifiuti marini. Un progetto approvato dalla Regione Calabria tramite – appunto – il Flag “La Perla del Tirreno”, e siglato ieri alla presenza del Sindaco di Cetraro Angelo Aita e del dirigente regionale dottor Cosimo Carmelo Caridi.

«Il Comune di Cetraro – ha spiegato il presidente Luciani –, anche per espressa volontà del Sindaco Aita, diventa il primo sito di stoccaggio a disposizione esclusivamente del comparto ittico per gli scarti di lavorazione del pesce, per gli imballi di polistirolo e i rifiuti marini del territorio».

«I rifiuti marini – continua – incidono in maniera fortemente negativa sull’attività dell’intero Comparto, sia dal punto di vista economico che ambientale. Ora, grazie all’attività del Comune di Cetraro, al Flag “La Perla del Tirreno” e alla Regione Calabria, ci sarà possibilità di un recupero, di uno stoccaggio e, successivamente, di un riciclo».

«Un grande passo in avanti – conclude – che rappresenta, per i nostri pescatori e tutti gli altri operatori del settore un’azione migliorativa che incentiva a mettere in atto operazioni di prevenzione e quindi di riduzione dei rifiuti, preservando la qualità ambientale e dell’ecosistema marino, riducendo sempre più il quantitativo di rifiuti che accidentalmente può disperdersi in mare».

 

Francesco Forestiero




ULTIMISSIME