Lunedi, 16 settembre 2019 ore 00:16  feed rss
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Cosenzainforma.it
Catanzaroinforma.it
CRONACA

Il Rosaspina delle cantine Spadafora 1915 tra i migliori vini d’Italia

Nella lista Winehunter-top hundred-100 migliori vini d’Italia, ha ricevuto il Wine Award Rosso

Il-Rosaspina-delle-cantine-Spadafora-1915-tra-i-migliori-vini-dItalia
Martedì 27 Agosto 2019 - 10:0

È l’azienda Spadafora 1915 l’eccellenza calabrese che quest’anno si fregia del privilegio di essere riuscita a raggiungere l’ambito premio Wine Award con una delle sue migliori etichette, il Rosaspina. Unico rosato insieme ad un’altra sola cantina a rientrare nella lista Winehunter- top hundred-100 migliori vini d’Italia, il Rosaspina ha di recente ricevuto il Wine Award Rosso. Un riconoscimento ricevuto durante il Merano Wine Festival, nato nel 1992 nella città altoatesina, che propone ogni anno il meglio del vino italiano e non solo, e che nel corso del tempo è diventata una delle principali vetrine più rinomate nel settore vinicolo. La certificazione conferita al Rosaspina, garantisce l’alta qualità delle eccellenze vitivinicole presenti sul territorio, suddivise in 4 categorie: prodotti vitivinicoli, culinari, distillati e birre. Il Rosaspina è un Greco Nero in purezza, cioè prodotto solo ed esclusivamente da questo vitigno. Viene vinificato con un contatto programmato con le bucce in fase di macerazione, proprio per conferirgli il suo particolare colore rosa cerasuolo scarico. Successivamente viene affinato 6 mesi in acciaio, e finisce la sua evoluzione in barrique di rovere canadesi di secondo passaggio per 3 mesi, prima di essere presentato ai consumatori. E’ importante ricordare che il Wine Award rappresenta per i buyer, gli operatori del comparto Ho.Re.Ca. e tutti i consumatori, una garanzia di qualità superiore certificata. Inoltre il metodo di valutazione applicato fa riferimento ai criteri generali dell’Unione Internazionale degli Enologi (UIOE), in particolare i vini che si distinguono sono quelli prodotti con vitigni autoctoni, con carattere ed eleganza, i quali rappresentano al meglio i territori di provenienza. La chiave del successo di questo evento, è la costante ricerca della qualità che contraddistingue le aziende le quali vi partecipano ogni anno. Merito del direttore e fondatore del Merano Wine Festival, Helmut Kocher, e del supporto e ausilio delle commissioni d’assaggio, organi composti da selezionati professionisti tra cui tecnici dell’enologia italiana ed estera, sommelier, enotecari di fama, giornalisti del settore enogastronomico. Queste figure presiedono le 8 commissioni d’assaggio, supervisionate e guidate dal direttore Kocher, selezionando secondo rigorosi criteri i prodotti vitivinicoli e brassicoli, ai quali in seguito conferiranno il premio Wine Award




ULTIMISSIME
Cosenza ko, decide Galano nel finale
Domenica 15 Settembre 2019
A Laino Borgo si cerca l'antica Laos
Domenica 08 Settembre 2019