Quantcast

I Giovani di Ap: ‘Da Munno solo promesse e nessun fatto concreto’

   I Giovani di Alternativa Popolare Rende puntano il dito sull’operato dell’assessore

Più informazioni su


    “ L’assessore Munno continua a promettere, insieme a Manna – scrivono – realizzazioni quando la città è in ginocchio sulla manutenzione, sulla pulizia, sulla carenza idrica e su tante altre criticità che l’hanno fatta precipitare nel degrado e nell’incuria più totale”.

    “Ancora dopo tre anni, l’assessore Munno parla dell’arrivo di maxi finanziamenti regionali mentre tutti sanno – continuano i giovani di AP – che prima che si avvii il progetto e si approvino le gare, ci vorrà fine 2018, quando saremo già in campagna elettorale. La verità è, invece, che questa amministrazione non è in grado di garantire neanche la manutenzione delle strade e la pulitura delle cunette, che saranno causa di allagamenti e smottamenti con le prime piogge”. “E poi ancora – dicono – vogliono prendere in giro i cittadini sull’efficienza delle scuole, malgrado esistono plessi che hanno grossi problemi strutturali e mancanza di manutenzione più ordinaria, quale pittura, pulizia, l’indecenza dei bagni, il rispetto delle norme igieniche, l’adeguamento delle uscite antincendio, degli infissi e delle porte con infiltrazioni di aria e di acqua e dei banchi datati e non a norma. Nonché il mancato funzionamento delle scale mobili per i disabili, per non parlare dell’esterno degli edifici con fogne a cielo aperto e ratti razzolano nei cortili”.

    “Questi sono i problemi delle scuole, caro Munno – si legge – e pensi a risolvere, se n’è capace, che ci sono ancora plessi non a norma di legge. Di conseguenza, come lo garantite in sicurezza l’anno scolastico che si apre se nulla è stato fatto su questi plessi fatiscenti? Solo oggi ve ne accorgete quando mancano pochi giorni all’apertura delle scuole? E Munno risponda ai cittadini: non c’è sempre stata Forza Italia a gestire questo assessorato dei Lavori Pubblici, prima con la Santelli e ora con lei? Quindi i cittadini secondo lei, dopo tre anni, dovrebbero aspettarne altri due ancora per avere scuole più sicure. Ma stia tranquillo che arriveranno prima i cittadini a cacciarvi con il loro voto dalle vostre lussuose poltrone”.

    “Per quanto riguarda, poi, i lavori fatti ai plessi scolastici De Coubertin, Surdo e Santo Stefano – concludono – i cittadini è giusto che sappiano che sono fondi regionali e non comunali, cosi come li hanno reperiti tanti altri Comuni calabresi. Poi, caro Munno, che tanto si vanta della fiducia che ha avuto dal sindaco, questa non ha nessun valore perché le ricordiamo che la fiducia gliela devono dare i cittadini e le possiamo garantire che il 95% dei rendesi vi ha già sfiduciati, dopo i tanti danni che avete prodotto. La verità è che lei, caro assessore, ha ridotto ormai la Rende Servizi ad una concessionaria di veicoli usati e a continui incarichi esterni milionari”.

    Più informazioni su