Quantcast

Morrone: “Le critiche contro l’amministrazione sono basate sul nulla”

Secco il commento del consigliere comunale del Laboratorio Civico


RENDE – “La pulizia della vasca del Parco Robinson non si faceva cosi bene da oltre 20 anni. Siamo contenti per la città, e per i tanti frequentatori del nostro parco – commenta il consigliere comunale del Laboratorio civico Gaetano Morrone. “Complimenti all’ottimo lavoro di squadra svolto dall’assessore ai Lavori Pubblici Munno, e al fondamentale apporto dato dagli instancabili operai della Rende Servizi.

Tutto questo è sicuramente solo l’inizio della bella rinascita di un polmone verde al quale l’amministrazione Manna crede assai. Un parco, che nonostante i tristi e malinconici fake della rete, si inizia a presentare in forma e condizioni ottimali per poter essere a breve frequentato da una moltitudine di cittadini non solo della nostra città.

Nessuna foto del parco, allo stato, è taroccata, ma è solo una realtà in evoluzione che con altre migliorie tornerà a breve ad essere un centro di aggregazione sociale, di attività ludiche, e di concentrazione di tante famiglie – continua il consigliere. I Lavori di manutenzione sulle panchine, sui cestini e le criticità ereditate che presentava la struttura, con il lavoro quotidiano e certosino, si stanno portando finalmente a compimento. 

Il tutto sarà completato con i finanziamenti previsti dall’Agenda Urbana, circa 600 mila euro, con i quali sarà data un’adeguata illuminazione al parco, ma saranno anche realizzati spazi di partecipazione e inclusione sociale. Grande merito di questo anche all’assessora ai servizi sociali Anna Maria Artese, la quale ha caldeggiato e portato avanti un progetto per un parco che entro marzo 2019 si presenterà completamente nuovo e tirato a lucido.

Solo uno sbiadito ricordo di quello di qualche anno fa.

Saranno anche eliminate le barriere tra la chiesa antistante e la struttura, perchè tutto deve essere visibile e alla luce del sole. Ai soliti e noti detrattori – conclude Gaetano Morrone – vorrei consigliare di pensare al bene delle famiglie della città, perchè gli slogan e le cattiverie ci fanno arretrare sotto tutti i punti di vista, e mai potremo dire di essere diventati maturi. Il lavoro onesto e serio, scevro da qualsiasi colore politico, paga alla lunga, e questa amministrazione vuole distinguersi per questo e non per altro.“