Quantcast

Calvelli: ‘Il confronto lo vogliamo in pubblica piazza’

No a salotti tv e forum preconfezionati


Il fatto che non abbiamo editori “amici” in questo territorio, potrebbe essere una questione normale, se vivessimo in un Paese normale. Ma siccome così non è, e l’editoria, considerata la situazione economica particolarmente difficile in cui versa, specie a queste latitudini, non dà garanzie di pari trattamento a tutti i candidati, abbiamo dovuto prendere una decisione sofferta, ma necessaria. Non abbiamo mai creduto alla purezza degli editori, sia chiaro, ma in questo caso, negli ultimi giorni di una campagna elettorale molto calda, per temi e clima non solo atmosferico, siamo giunti alla conclusione che l’unica forma di confronto vero tra noi tre candidati a sindaco, non filtrato da lenti faziose, possa essere quello pubblico. Un confronto ad armi pari, in pubblica piazza, sotto gli occhi dei cittadini. Senza trucchi e senza inganno. Io sono qui, pronto a partecipare con entusiasmo in nome della lista che rappresento, Progetto Comune. Un incontro trasparente su temi, programmi e obiettivi.

Francesco Calvelli – Progetto Comune – Castrolibero