Quantcast

Italia Viva Cosenza su nuovo ospedale: “Non è più giustificabile attardarsi sulla realizzazione”

Un appello rivolto alla neo governatrice affinchè non si perdano le risorse già previste

Apprendiamo dalla stampa che tra le proposte contenute nel documento “l’Italia e la risposta al COVID-“19 stilato dal Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri figura l’ipotesi di distogliere alcune risorse già destinate al Mezzogiorno “per promuovere una nuova redistribuzione che assicuri una quota maggiore di risorse al centro Nord” – scrivono in una nota i membri di Italia Viva Cosenza.

Questa scelta che già ci preoccupa su un piano più generale, ci mette in una situazione di vero e proprio allarme se pensiamo agli investimenti programmati e non ancora realizzati sul territorio cosentino.

In primis, il nuovo ospedale, per il quale è prevista una dotazione finanziaria di 375 milioni di euro ( a cui si aggiungono i 45 milioni per la nascita della Cittadella della salute,come da Accordo di Programma), per il quale non è stato ancora compiuto nessun atto concreto di avvio.

L’emergenza sanitaria che si è aperta in questi mesi ci ha abbondantemente dimostrato come l’esistenza di un ospedale attrezzato e strutturalmente avanzato sia fondamentale per il benessere e la vita dei cittadini di una regione.

Sarebbe uno spreco immenso e non giustificabile in alcun modo continuare ad attardarsi rispetto alla definizione e realizzazione dell’opera, anche per le prevedibili ricadute occupazionali, alle soglie di una fase due dell’emergenza, maggiormente concentrata sugli aspetti economici della ripresa.

Rivolgiamo pertanto il nostro accorato appello alla Governatrice Jole Santelli perché apra con urgenza il dossier relativo all’ospedale di Cosenza fornendo quell’impulso che finora è mancato e che può un preservarci dallo sciagurato rischio di perdere le risorse già programmate, ma finora bloccate da dannose gelosie politiche.