Quantcast

Infermieri soddisfatti per la conclusione del concorso dirigente del Sitros

Sposato: “Una battaglia vinta dalla nostra categoria”

Più informazioni su


    COSENZA -Dopo una lunghissima battaglia, finalmente l’Opi del presidente Fausto Sposato ed il direttivo, possono esultare per la conclusione del concorso, del responsabile Sitros della AO di Cosenza. Il “servizio infermieristico, tecnico, riabilitativo, ostetrico e sociale” e la Direzione sanitaria, finora, sono stati presieduti impropriamente dalla stessa persona. Per quel ruolo, invece, secondo i distinguo di Sposato e degli infermieri, occorreva indicare un tecnico, non altri. “Ragione, quest’ultima, che stante le peculiarità del ruolo infermieristico assume significato non solo in termini formali ma sostanziali”, aveva avuto modo di affermare finanche la presidente dell’Ordine nazionale Mangiacavalli, a loro supporto. “Tutte le questioni sanitarie non possono essere discusse o affrontate senza tenere conto degli infermieri che quotidianamente vivono le reali situazioni e conoscono i bisogni dei cittadini “, afferma oggi Sposato a nome del direttivo. “A nulla servono poi le ispezioni interne quando il danno è già fatto. Il problema vero è la carenza di organico e la disorganizzazione dei servizi che gli operatori e gli utenti pagano a caro prezzo. Colpa di scelte scellerate e dell’incapacità di programmazione del management sanitario che invece di guardare ai bisogni dei cittadini pensa a tutt’altro “, tuona il presidente. Da qui l’augurio di un cambiamento, che sia reale e che, soprattutto, determini l’autonomia professionale: “ci siamo battuti per dare dignità alla professione e collocare le figure giuste al loro posto. Lo abbiamo voluto fortemente noi e non quelli che oggi vogliono appropriarsi di  meriti che non hanno. Riteniamo che proprio grazie ai nostri continui sforzi ed interessamenti oggi si possono raccogliere i frutti di un lavoro importante che, però, non deve conoscere altre soste perché gli infermieri meritano rispetto ma lo meritano ancor di più i cittadini. Ci complimentiamo con tutti gli idonei ed auguriamo buon lavoro ai vincitori”.
     

     

    Più informazioni su