Quantcast

Coronavirus, Centrale Operativa 118 di Cosenza: indicazioni da seguire per ridurre il rischio di contagio

Il ministero della Salute ha messo a disposizione anche un numero che si può chiamare per chiedere informazioni

 

L’Italia è il quarto paese sul territorio europeo, se si considera anche la Gran Bretagna, ad avere una trasmissione locale del Covid-19. Alla luce di questo dato in una ordinanza firmata oggi dal Ministro della Salute.

1 – È fatto obbligo alle autorità sanitarie territorialmente competenti di applicare la misura della quarantena con sorveglianza attiva, per giorni quattordici, agli individui che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di malattia infettiva diffusiva COVID-19.

2 – È fatto obbligo a tutti gli individui che, negli ultimi quattordici giorni, abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della Cina interessate dall’epidemia, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, di comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria territorialmente competente. (contattare il numero 3928020684 dell’ASP di Cosenza).

3 – Acquisita la comunicazione di cui al comma 2, l’Autorità sanitaria territorialmente competente provvederà all’adozione della misura della permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva.

 

Il servizio 118 di Cosenza sta adottando tutte le misure per fronteggiare eventuali casi sospetti. Si raccomanda in tutti i casi previsti sopra, di attenersi a queste misure:

– non accedere ai pronto soccorso

contattare il numero verde 1500

– contattare il numero 3928020684 dell’ASP di Cosenza che ha istituito una task force per garantire tutti gli interventi necessari nel caso di una possibile diffusione del coronavirus (pubblicata sul sito ufficiale dell’ASP dove trovare altri riferimenti a cui rivolgersi).

– chiamare (non andare) il proprio medico di medicina generale o in alternativa il medico della continuità assistenziale o la Centrale Operativa del 118.

In caso di intervento del servizio 118 saranno adottate tutte le misure di prevenzione e tutela del caso. Gli operatori del 118 sono muniti del necessario equipaggiamento (tute monouso, guanti e occhiali protettivi) per fronteggiare casi sospetti o dubbi che seguiranno un percorso specifico previsto dal Ministero della Salute. Si invita la popolazione ad attenersi ad alcuni comportamenti:

  • Lavati spesso le mani
  • Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezione respiratorie acute
  • Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  • Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
  • Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcool
  • Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate