Quantcast

Quando la radio si fa a…scuola

Un animatore radiofonico, Leonardo Colella; una radio, mondoradioweb.net; una scuola, il liceo “Pitagora” di Rende. Questi gli ingredienti di un progetto che sta ottenendo un grande successo tra gli studenti

Più informazioni su


    “Qualche mese fa, non so come e non so perché, ad un certo punto mi sono interrogato su una stana circostanza: i ragazzi di oggi mi paiono poco interessati al mondo della radiofonia. E mi sono detto: perché non trovare il modo di farli appassionare alla mia passione? Di qui m’è venuta l’idea di questo progetto all’interno delle scuole”.

    Leonardo Colella è un animatore radiofonico cosentino di lungo corso. Saranno almeno 30 anni che conduce trasmissioni in radio. Oggi la sua passione per il microfono e la musica la traduce in lavoro per mondoradioweb.net, senza dubbio una delle prime e meglio organizzate web radio di Cosenza, nata dalla volontà di Massimo Cuconato, apprezzato medico dermatologo con trascorsi radiofonici di tutto rispetto ultratrentennali. Leonardo ha portato il suo amore per la radio all’interno del liceo scientifico linguistico “Pitagora”, di Rende, in cui, da gennaio, cura un progetto di alternanza scuola-lavoro che registra la partecipazione di oltre settanta studenti.

    “ I ragazzi – dice Colella – sono entusiasti, e la cosa mi rende veramente felice. Con loro, e con l’ausilio di due insegnanti , le professoresse Jacqueline Pucci ed Elda Longo, realizziamo una trasmissione radiofonica, che va in onda registrata su mondoradioweb.net, in cui conduciamo interviste impossibili. In pratica i nostri intervistati sono i personaggi della storia, che so, Da Vinci, Michelangelo, Cesare, e così via. In questo modo coniughiamo lo studio della storia con la conoscenza del mezzo radiofonico, in un percorso teorico pratico condito da nozioni di tecniche della comunicazione. E direi proprio, anche con un pizzico d’orgoglio, che questo progetto è stato proprio un successo, tanto che – conclude Colella – ci sono già altre scuole pronte a partecipare”.

    Più informazioni su