Quantcast

L’ Unical si aggiudica fondi diretti UE

Lo comunica il rettore Crisci. Rientrano nel programma “Capacity building” nel campo dell’alta formazione europea

Più informazioni su


    «Grazie all’aggiudicazione di due progetti strategici nel campo della cooperazione internazionale, l’Unical si appresta a giocare un ruolo sempre più di rilievo nei processi di stabilizzazione e sviluppo nell’area del Mediterraneo». Lo afferma in una nota stampa il rettore Gino Mirocle Crisci annunciando due progetti importanti che l’Università della Calabria si è aggiudicata nell’ambito dei fondi diretti dell’Unione europea, nel programma “Capacity Building” nel campo dell’alta formazione europea (Eacea). «Si tratta – è scritto nella nota- del progetto Enrol con la Libia e del progetto Bit – Pal con Gaza (Palestina). – spiega il rettore – Enrol (Empowering and Networking the International Relationships Offices of the Libyan University System),con una dotazione di quasi 800 mila euro, si occuperà, nel corso di due anni, della modernizzazione dei sistemi di internazionalizzazione delle università libiche, con un partenariato – guidato da Unical- che vede coinvolte per la Libia le quattro Università di Sirte, Tripoli, Zawia, Misurata e per l’Europa le Università di Granada, Evora e Unimed, l’unione delle Università del Mediterraneo. Si tratta del più grande progetto aggiudicato all’Unical come capofila nel campo della cooperazione e dell’unico progetto di cooperazione internazionale che vede la Libia come interlocutore. Da subito il progetto Enrolsi è imposto agli occhi della Commissione come buona prassi di riferimento gestionale per gli altri progetti europei simili, che coinvolgono nei loro partenariati la Libia. Un esempio su tutti è il caso degli equipment informatici consegnati, dopo un anno di duro lavoro, in un territorio di guerra qual è la Libia, reso possibile grazie alla competenza, alla professionalità e allapassione profusi dagli uffici dell’Unical». Dalla Libia a Gaza, dove l’Unical è partner operativa del Bit-Pal (Boosting Innovation in Curricula Development of IT Programs in Palestine) che ha come obiettivo la costruzione di nuovi curricula nel settore della Information Technology, orientati all’occupabilità ed allo sviluppo imprenditoriale dei laureati. Il partenariato vede il coinvolgimento, per l’Università della Calabria,del responsabile scientifico prof. Giancarlo Fortino del Dimese del project manager Raffaele Longo, dell’unità Cooperazione e Sviluppo Internazionale. «Sono particolarmente soddisfatto per il valore etico-politico, oltre che scientifico, di questo progetto – ha detto Crisci-e fortemente convinto che ci siano grandi prospettive di sviluppo e crescita legate ad esso. Ma l’attività dell’Unical non finisce qui Abbiamo infatti programmatoulteriori azioni con Marocco, Algeria e, al di fuori del bacino del Mediterraneo, anche con l’America Latina, le Repubbliche Asiatiche e l’Estremo Oriente. L’intento è quello di rafforzare l’azione di motore propulsivo dell’Università della Calabria nello scenario della cooperazione internazionale e, in particolare, in quella mediterranea».

    Più informazioni su