Quantcast

Cosenza calcio. Blondett: “Cerco di dare un contributo stabile alla squadra”

Il difensore rossoblu darà una mano sulla fascia vista la mancanza di uomini. Per il match contro la Juve Stabia il terzino provvisorio avrà a che fare con giocatori di tutto rispetto

Più informazioni su


    Cosenza, Daniele De Napoli – foto Raffaele Morrone

    Edoardo Blondett si concede ai giornalisti nel consueto appuntamento del mercoledí. Terzino per mancanza di uomini in rosa adatti a ricoprire la fascia, il difensore rossoblu dice la propria: “Non mi dispiace. Il contributo che cerco di dare alla squadra rientra nelle mie caratteristiche; ovviamente la fase offensiva non mi è congeniale. Cerco di fare le cose semplici e ciò che è utile”. Si torna a qualche giorno fa e alla brutta sconfitta subita in Puglia per 2 a 0. “Non abbiamo letto bene la gara e ci siamo adeguati agli avversari. Le circostanze non ci sono state favorevoli; dovevamo essere bravi a creare più occasioni”. Si volta pagina, e si pensa subito al prossimo match contro la corrazzata Juve Stabia, il “terzino provvisorio” dei lupi avrà a che fare con giocatori di tutto rispetto come Marotta. “E’ una signora squadra con giocatori quotati. Dovremo essere bravi a snaturare le loro caratteristiche concedendo pochi spazi”. In occasione della vicina scadenza contrattuale non sono mancate le domande circa il futuro del giocatore che conferma gli ottimi rapporti con la società ed il nuovo DS Cerri, fiducioso per ciò che riguarda l’accordo. Qualche parola anche sull’accostamento estivo all’Ascoli. “Un affondo mi avrebbe fatto traballare. È normale che il corteggiamento di società importanti come quella di Ascoli fanno piacere. L’ambizione e lo spingersi sempre un gradino più su sono importanti nella carriera”. Finale sul derby della Lanterna. “Sono contento per il risultato. Non me ne vogliano i tifosi, ma sono cresciuto nella Samp e mio padre mi portava spesso allo stadio”.

    Più informazioni su