Quantcast

D’Anna : “La partita col Siracusa non è facile, dobbiamo essere determinati”

L’esterno rossoblu è una delle pedine più importanti nello scacchiere di Roselli

Più informazioni su


    È Emanuele D’Anna il tesserato che ha partecipato al consueto appuntamento con la stampa ieri. Giocatore di spessore, l’esterno rossoblu è una delle pedine più importanti nello scacchiere di Roselli. Il mister ha dovuto fare a meno del suo apporto per via di un infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi da gioco per un periodo abbastanza lungo. “L’infortunio mi ha penalizzato parecchio. Quella con il Monopoli è stata la mia seconda partita dal mio rientro e non è semplice. Dopo Lecce ho accusato alcuni dolori e ancora non sono al top della condizione”. Dal breve excursus sulle giornate precedenti all’imminente sfida contro il Siracusa dell’ex compagno ed ex Cosenza Emanuele Catania. “È un ottimo giocatore. Lo ha sempre dimostrato in ogni piazza dove ha giocato. Che abbia già segnato sei reti non mi meraviglia data la sua duttilità in attacco. Dobbiamo stare molto attenti poiché loro sono una buona squadra, giocano bene in casa e hanno un ottimo allenatore. Dobbiamo continuare come stiamo facendo, con entusiasmo e la giusta cattiveria agonistica”. Breve flashback anche per il momento no dei lupi appena superato dopo la vittoria contro il Monopoli. “Abbiamo subito sconfitte immeritate. Siamo stati spesso penalizzati come con il goal di domenica. Nonostante tutto siamo in alto a lottare”. Parole che sottolineano l’immenso impegno che il gruppo sta mettendo partita dopo partita e la voglia di poter raggiungere traguardi importanti. “In questo mese ci giochiamo veramente tanto. Passato questo periodo potremo dire davvero cosa intendiamo fare”. Inevitabile il paragone con le teste di serie di questa Lega Pro con cui il Cosenza, escluso il Foggia, ha avuto già a che fare. “Siamo stati i più penalizzati dal punto di vista degli infortuni. Credo che anche squadre come il Lecce o il Matera avrebbero faticato con 4 o 5 pedine importanti fuori nonostante le loro rose. Roselli ha dovuto fare a meno di giocatori chiave e non è stato semplice. Queste partite delineeranno il campionato”. La trasferta di Siracusa porterà il Cosenza a calcare un campo molto complicato, i siciliani hanno sempre dimostrato, dall’inizio del campionato, di essere padroni tra le mura amiche, dunque non sarà affatto facile centrare la vittoria. I lupi sono chiamati ad una prova di grande carattere, dovranno essere sin dal primo minuto di gioco determinati, sfruttando al massimo gli spazi e i giocatori che ha a disposizione. Magari D’Anna, domenica a Siracusa, potrà diventare davvero uno dei protagonisti del match.

    Daniele De Napoli

    Più informazioni su