Quantcast

Pallavolo serie B. Area Brutia: seconda vittoria esterna

Vittoria e punti, per i cosentini, in casa della Virtus Potenza. Un solo punto per la Raffaele Lamezia contro l’Andria. Sempre ultima la Conad

Più informazioni su


    Cosenza interrompe il bel momento di gioco e risultati che la Virtus Potenza stava prolungando con merito da due turni di campionato. Anzi, a giudicare dal primo set, sembrava proprio che il “momento” dei ragazzi allenati da Fabrizio Marano dovesse continuare anche in questo incontro casalingo contro il Cosenza, ex squadra del tecnico potentino. Un primo set chilometrico, vinto con l’insolito punteggio di 32-30. Poi, però, le cose cambiavano e l’Area Brutia, un passo alla volta, arrivava al traguardo di questa gara delicata come difficoltà e molto preziosa per i tre punti che ha portato ai colori rossoblu. Ne parlavamo su queste pagine nei giorni scorsi: l’Area Brutia aveva l’obbligo, con se stessa, di tornare da questa trasferta con dei punti, visto che è attesa dal duro impegno casalingo di sabato contro il Gioia del Colle, seguito dal turno di riposo e poi dal derby, sempre a via Popilia, con la Conad Lamezia. Intanto, senza squilli di tromba, la squadra di Draganov si insedia al sesto posto in classifica, con 12 punti. Uno sguardo alle due lametine. Per la Conad, l’impegno in casa del Leverano era durissimo e l’esito era scontato: il primo set, poi, finito con un perentorio 25-13 per i leccesi e sembrava l’anticamera di una disfatta. Invece, nei due set successivi, nonostante la sconfitta, i giocatori lametini hanno lottato e giocato. La squadra è ancora ultima, con zero vittorie e un solo punto in classifica, per cui serve al più presto un risultato positivo per tirare su il morale. Novità parzialmente buone, invece, per la Raffaele, che gioca una gagliarda partita casalinga contro l’Andria, pur raccogliendo un solo punto: i baresi, alla fine, hanno messo a terra i palloni che contavano. Mentre noi ci dedichiamo, per doveri geografici, alla parte medio-bassa della classifica, lassù in cima Taviano e Gioia del Colle continuano a macinare gioco e punti, con i salentini che mantengono la prima posizione e cercando di mettere in cassaforte più punti possibili per avere meno danni dalla pausa che a metà gennaio gli imporrà il campionato: ormai il Taviano è l’unica squadra di alta classifica ad avere una partita in più. Nel turno appena giocato, sul campo dei “cugini” del Galatina, molto ha pesato il primo set, vinto da Battilotti e compagni sul punteggio di 29-27. Su questo primo mattone è stato poggiato anche il secondo, con la squadra di casa che ha saputo reagire nel terzo, ma il Taviano attuale è difficile da domare. E ancora più indomabile appare il New Real Gioia, che mette sul tappeto la sua settima vittoria in sette partite (stavolta è toccato al Cerignola), con tre soli set lasciati agli avversari. E non è una precisazione da poco dire che due di questi tre set glieli ha rifilati proprio il Pag Taviano, nella partita che i baresi hanno vinto al tie break proprio in casa dei leccesi. Il Gioia è secondo, con venti punti, ad una lunghezza dalla capolista. Sul terzo gradino c’è il Leverano, di cui abbiamo parlato, e poi c’è il coriaceo Ostuni, che in questo turno aveva riposato.

    Sergio Lionetti

    Più informazioni su