Quantcast

Cosenza-Salernitana. 26 anni fa lo spareggio che diventò leggenda

Il ricordo di Massimiliano Esposito del grande Gigi Marulla

Più informazioni su


    Il 26 giugno 1991 è una data indelebile per tutti i tifosi del Cosenza. In quel di Pescara andava in scena lo spareggio tra il Cosenza e la Salernitana.

    La squadra di Edy Reja aveva perso 2 a 0 l’ultima partita di campionato con la Salernitana che lo condannava a disputare lo spareggio in campo “neutro”. Campo “neutro ” non fu perché per logistica fummo penalizzati: il campo più vicino a Salerno (giunsero in 12.000) rispetto alla città di Cosenza (arrivati in 5000) e con i Pescaresi che non accolsero con il sorriso i tifosi rossoblu.

    Con questa premessa, in una calda giornata d’estate si giocò lo spareggio che entrò nel mito.

    Come tutte le partite importanti c‘era una tensione che si tagliava con il coltello, il Cosenza aveva nel reparto offensivo  il suo reparto più forte con Compagno, Biagioni e Marulla  ma arrivammo al 90 minuti con un disarmante 0 a 0 … poi all’improvviso uno scatto di  Marulla fulmina la difesa salernitana con un goal che si insacca tra il portiere Battara ed i due centrali, una rete magnifica di importanza straordinaria e da quel momento fu leggenda rossoblu.

    Lo vedo ancora adesso se chiudo gli occhi: Gigi corre verso la curva dei tifosi rossoblu, tutti noi eravamo pervasi da una gioia indescrivibile … i 5000 lupi non vedevano l’ora che finisse la partita per festeggiare la permanenza in serie B …ed al triplice fischio iniziò la festa che proseguì per tutta la notte e per l’intero e lungo viaggio di ritorno. Stanchi ma felici, avevamo vinto contro i nostri acerrimi rivali.

    Di quella data e di quel giorno porterò sempre un vivido ricordo …il 26  giugno non sarà mai una data come tutte le altre e Gigi Marulla non sarà mai un calciatore come tutti gli altri.

    Io ero uno dei 5000 presenti a Pescara. C’è solo un velo di malinconia perché come Gigi molti altri amici non sono più qui su questa Terra, ma io non li ho dimenticati e non li dimenticherò mai. Un abbraccio e un bacio a tutti voi da Massimiliano Esposito.

     

    Più informazioni su