Quantcast

Coppa “Team Basile”. La gara podistica con 500 sportivi a Cetraro

Da trentasei anni richiama appassionati e atleti da tutta Italia

Più informazioni su


    Ha fatto registrare ancora una volta una grande partecipazione di atleti e di pubblico la 36° Coppa “Team Basile”, la gara podistica che è ormai uno degli avvenimenti sportivi più attesi dell’estate tirrenica e che, appunto da ben trentasei anni, senza interruzioni, richiama sempre a Cetraro circa 500 sportivi e appassionati di tutte le età, provenienti da ogni parte d’Italia. La 36° edizione di questa coppa, come sempre organizzata dall’omonimo gruppo sportivo cetrarese di cui è presidente Luciano Basile, si è, infatti, svolta nei giorni scorsi, con un percorso di 3,766 km, sul lungomare di Cetraro Marina, ed è stata vinta da Alessio De Bona, un atleta di Belluno, per gli uomini, e da Alice Montalto, anche lei di Belluno, per le donne. Terzo posto per la bella e brava atleta del Team Basile Olivia Chorzepa, preceduta da Monica De Santis, di Varese. Alessio De Bona ha, invece, preceduto Giuseppe Fasano, di Salerno, e Francesco Conte, di Varese. I due vincitori hanno entrambi ricevuto il premio “Morea”, la coppa più ambita della gara.

    Ma, come sempre in questa corsa, oltre ai premi per i vincitori, sono stati consegnati tanti altri premi, come il premio “Simpatia”, consegnato a Angela Grazioso, il premio “Bontà sportiva”, consegnato all’artista e sportiva Angela Lo Prete, di Roccelletta di Borgia, (Cz), il premio “Gigino Rapanà”, un volontario che si è sempre impegnato molto per la crescita di questa corsa, consegnato alla moglie, Laura Bellavista, il premio del volontariato “Pino Riganello”, che è stato assegnato a Nino Novello, come volontario che ha collaborato all’ordine pubblico della corsa, e il premio “Giuseppe Paduano”, consegnato al gruppo “Amici di Giuseppe Paduano”, in ricordo del giovane, allora trentaduenne, falciato e ucciso, nella notte tra il 14 e il 15 agosto di tredici anni fa da un pirata della strada, sulla strada che stava percorrendo per tornare a casa, portando a mano la sua bici da corsa.

    Tra i tanti interessi che Giuseppe Paduano aveva, infatti, c’era anche la corsa e, pertanto, tutti coloro che amano questa disciplina, sotto la guida dell’instancabile patron del Team Basile e dell’omonima corsa, Luciano Basile, lo hanno, ancora una volta, ricordato, correndo per lui, idealmente uniti ancora una volta verso il traguardo. Il raduno dei numerosi partecipanti, bambini da 1 a 13 anni e adulti fino a 80 anni, si è tenuto presso il rione Casermette. Subito dopo, si sono svolte le gare riservate ai bambini e ai ragazzi, che si sono misurati su percorsi brevi e adatti alle varie età. In seguito, si è svolta la gara vera e propria.

    Da sottolineare che a tutti i vincitori nelle varie categorie sono stati consegnati coppe, targhe e gadget. In particolare, Cetraro, in occasione di questa corsa, si è, dunque, ancora una volta, ritrovata “invasa” da tanti sportivi, dai loro familiari, da turisti e da semplici curiosi, che hanno assistito entusiasti all’evento, che è ormai un appuntamento unico per il Tirreno cosentino e per i tanti appassionati di questo sport.

     

    Clelia Rovale

    Più informazioni su