Quantcast

Pallacanestro. Comincia a prendere forma la Bim Bum Rende

La squadra di coach Arigliano e del neo presidente Francesco Pizzini sta allestendo un roster competitivo

Più informazioni su


    Senza grandi clamori, ma con grande decisione, la Bim Bum Rende sta allestendo un roster competitivo capace di contendere il primato a Vis Reggio Calabria e Lamezia, le uniche due formazioni che al momento sembrano in grado di reggere il passo che i silani intendono imprimere al campionato. Chiuso con Michele Suraci ruolo 5, due metri di altezza classe 1993 proveniente dal Val Gallico, una vecchia conoscenza della pallacanestro calabrese,  e con Duro Bjegovic, croato, ruolo 4, 2.01 altezza, grande realizzatore, classe 1988 proveniente da una stagione prima in C gold Veneto a Caorle e da un’ esperienza  vincente con la Costa d’Orlando di Peppe Condello dalla C Silver alla B dopo la lotteria degli spareggi, ieri è arrivato un gran colpo:  c’è stato il “si” del playmaker argentino Exequiel Gaido, classe 1988, con doppio passaporto, proveniente dall’Atletico San Jorge. Alla prima esperienza in Italia ma con credenziali realizzative di tutto rispetto che alzano notevolmente le potenzialità del gruppo allenato da Max Arigliano. Il mercato non è finto: manca all’appello una guardia e c’è già l’accordo di massima con un altro straniero.Il resto della squdra sarà formato da “seconde linee” di qualità capaci di dare una grossa mani nel corso del lungo torneo che la squadra biancorossa si appresta a giocare. <<L’idea è quella di fare bene – spiega il presidente Pizzini – per riportare entusiasmo e praticanti. Per questo motivo una volta definita la prima squadra dovremo dedicarci al settore giovanile che nei prossimi anni dovrà costituire il serbatoio del roster principale. Al momento dobbiamo definire ancora il campo da gioco  e lo sponsor principale, poi cominceremo a lavorare in questa direzione. La squadra sarà competitiva e potrà giocarsi il primato con Lamezia e Vis, le premesse, insomma, per fare bene ci sono tutte>>.

     

     

     

    Francesco Montemurro

    Più informazioni su