Quantcast

OLTRE LA RETE. Volti e storie del nostro volley.20

Una siciliana a Cosenza, Giusy Saieva: carattere ed esperienza in salsa rossoblù

Più informazioni su


    Con l’arrivo delle due nuove giocatrici, la Volley Cosenza conferma la propria capacità di mettersi in gioco anche con argomenti brillanti: sul loro profilo Facebook aggiungeranno due puntate di “30 domande mille mete” e noi ripartiremo con l’intervista numero venti di “Oltre la rete” (questa di oggi, dedicata a Giusy Saieva) e poi vi sottoporremo l’altra, dedicata a Stefania Mirimich, la palleggiatrice.

    Di loro abbiamo già parlato giovedì scorso, ma qualcosa aggiungiamo. Intanto, partiamo dal curriculum che ci ha fornito la società del presidente Filippelli a proposito del “libero-nonché-schiacciatrice” Giusy Saieva.

    2002-2003: A.P. Favara D

    2003-2005: A.P. Favara C

    2005-2006: A.P. Favara B2

    2006-2008: Pall. Aragona B1

    2008-2009: Volley Rossano B1

    2009-2010: Pall. Orlandina B1

    2010-2011: Fidelis Cirò Marina C

    2011-2014: Kermes Spezzano B2

    2014-2015: Avolio Castrovillari C

    Come si può vedere, Giusy ha assaggiato pallavolo di ottimi livelli, per cui ciò che dicevamo in sede di presentazione del suo arrivo nel gruppo cosentino è immediatamente confermato: esperienza, carattere e tecnica al servizio della sua nuova squadra. Oltre a ciò, un carattere brillante e affabile fuori dal campo, con un hobby particolare: fare incetta di aforismi “che rilassano e fanno riflettere”.

    Sergio Lionetti

     

    Nome e cognome: Giusy Saieva

    Età: 30anni

    Soprannome: Sa’iev

    Segno zodiacale: Gemelli

    Colore preferito: Tutte le tonalità del rosa!

    Musica che ascolti: Pop, pop-rock e latino americano

    Canzone preferita: Live and learn dei Cardigans

    Un personaggio famoso da invitare a cena: Ficarra e Picone (se invito uno, devo invitare per forza l’altro!)

    Cibo preferito: Cibo sano tipico della nostra dieta mediterranea, ma appena posso non rinuncio agli “arancini” siciliani!

    Mare o montagna? Decisamente mare

    Cosa ami? Amo Ridere!

    E cosa odi? Odio l’ansia

    Il tuo hobby: Ascoltare musica e annotare su un quaderno tutte le citazioni, aforismi che mi colpiscono: è una cosa che mi rilassa e mi fa riflettere

    Tre aggettivi per definirti: Solare, sensibile, riflessiva

    Un tuo pregio: Generosa

    Un difetto che ti riconosci: Lunatica

    Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Bicchiere mezzo pieno!

    Il tuo motto o citazione: “Ciò che pensi abitualmente, determina in larga misura ciò che infine diventerai.”

    La parola che usi più spesso: Picciò!! (traduzione: “ragà!”, un’espressione siciliana per richiamare l’attenzione di chi sta vicino)

    Tre caratteristiche che deve avere la giocatrice ideale: Carisma, intuito e padronanza dei gesti tecnici

    Il fondamentale più importante per te: Ovviamente il bagher!

    Il ruolo della pallavolo nella tua vita: La pallavolo è la mia più grande passione da sempre fin da piccola. Ha sempre avuto un ruolo importante e mi ha dato e mi ha insegnato tanto. Una cosa (forse la più importante) che ho imparato giocando è che non bisogna mai mollare. E poi, diciamo la verità: mi diverte ed è un’ottima valvola di sfogo

    Che emozione si prova, a vincere una partita? Soprattutto se è una partita importante e combattuta fino alla fine, la vittoria è pura adrenalina: un mix tra felicità, soddisfazione ed euforia!

    Riesci a conciliare la pallavolo con il lavoro? Sono sacrifici che si fanno volentieri: basta organizzarsi.

    Quali sono gli altri tuoi obiettivi, fuori dalla pallavolo? Ho terminato gli studi in una scuola per estetiste l’anno scorso ed ho lavorato un anno in un centro estetico a Castrovillari. Da poco mi sono trasferita a Spezzano Albanese per motivi personali e in autunno riprenderò col mio lavoro

    Qual è il tuo sogno, come nuova giocatrice della Volley Cosenza? Il mio sogno in questa nuova società è quello di fare un campionato di vertice e poi… chi lo sa! Puntare a vincerlo?

    Ci sono elementi che contraddistinguono la tua nuova squadra e le tue compagne? Per me è il primo anno in questa società, per cui ancora non ho avuto modo di conoscere tutte le ragazze, ma so che è un bel gruppo, molto affiatato.

    Come vedi la tua nuova squadra, con l’avvicinarsi dell’inizio del campionato? Vogliosa di cominciare e fare bene

    Cosa senti di dire alla tua squadra? Il gruppo è la marcia in più che fa di una squadra… una squadra vincente!!!

    Cosa ti senti di dire alla giovani pallavoliste della Volley Cosenza? Di mettere passione, impegno e serietà in quello che fanno e di prendere come esempio le loro compagne più grandi.

    Più informazioni su