Quantcast

Si droga e aggredisce la madre

Per calmare l'uomo, alterato da un mix di stupefacenti,  è dovuto intervenire il personale medico del 118

Più informazioni su


    Cosenza, Carmine Calabrese

    Un lungo pomeriggio, l’ennesimo, di ordinaria escandescenza. Per gli inquilini di uno stabile del centro cittadino, quella di oggi è stata un’altra giornata di tensione, urla e paura. Tutta colpa dei trambusti, provenienti dal terzo piano del palazzo. M. V., classe ’74, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, con alle spalle problemi, purtroppo irrisolti, di tossicodipendenza e attacchi di escandescenza improvvisa, ha aggredito e malmenato sua madre. Le urla della donna, hanno convinto gli inquilini a dare l’allarme. L’sos, raccolto dalla sala operativa del 113, è stato “raccolto” dagli agenti della squadra Volante. Gli investigatori del pronto intervento, unitamente alle unità operative del 118, hanno bloccato il 42enne, riportandolo alla calma. Nonostante il “placcaggio”, M. V., alterato da un mix di stupefacenti e farmaci, ha fatto penare parecchio i poliziotti. Solo grazie ai medici e paramedici del 118, il 42enne, sedato e tenuto sotto controllo, s’è prima calmato e poi arreso. Una volta stabilizzato lui, gli operatori del soccorso mobile d’emergenza hanno prestato soccorso alla donna, riscontrandole ferite lacero contuse sparse sul volto e segni di graffio sul collo e sulla testa. Diverse ore dopo l’arrivo dei soccorritori, la situazione è ritornata alla normalità. Ma, la paura degli inquilini resta. E, anche tanta.

     

     

    Più informazioni su