Quantcast

Trovate tre discariche abusive alle porte del Parco Nazionale della Sila

Gli agenti della Polizia Provinciale hanno sequestrato le aree


L’indagine condotta dalla Polizia Provinciale di Cosenza – distaccamento di San Giovanni in Fiore – ha portato al ritrovamento e al sequestro di tre distinte aree occupate da rifiuti speciali e comuni. L’operazione, si è svolta in agro di S. Stefano di Rogliano, località Serraleta, all’interno di un’area boschiva di notevole valore ambientale e paesaggistico situata a oltre 1300 m. di quota, coperta diffusamente da alberi di alto fusto di Pino laricio calabrese e abete americano. I rifiuti ingombranti erano caratterizzati da solidi urbani vari, parti di motori di autoveicoli, materiale plastico, legnoso e cartaceo, rifiuti di apparecchi elettrici ed elettronici, contenitori vuoti in metallo e plastica di vernici e olii sintetici, con evidente degrado del bosco; nella seconda area, distante circa un centinaio di metri dalla prima, sono state trovate abbandonate carcasse di pneumatici occultate tra i cespugli di ginestre e rovi al lato di un piazzale del bosco; ancora carcasse di pneumatici e rifiuti solidi urbani nella terza area. Le tre aree, dopo l’ispezione e i rilievi fotografici, sono state poste sotto sequestro giudiziario. Durante le indagini è stata comunque rinvenuta tra i rifiuti diversa documentazione cartacea riconducibile a un cittadino residente a Cosenza