Quantcast

Assalto pomeridiano alla Bcc, due malviventi in fuga

I militari dell'Arma hanno intensificato i controlli con rastrellamenti a tappeto

Più informazioni su


    La paura fa la fila. Alla cassa. Sono ancora scossi, i dipendenti e i clienti della Banca di Credito Cooperativo di Rende, rimasti vittime di una rapina. Sono da poco passate le 15, quando, dipendenti e clienti sono all’interno dell’istituto di credito. Tra i clienti si nascondono anche alcuni malviventi, più interessati ad un prelievo, senza pin, agli sportelli che ad altre operazioni bancarie. L’azione criminosa è veloce. Immediata. In due, probabilmente con l’assistenza di un complice in auto, armi in pugno e tono perentorio della voce, si fanno consegnare tutto quello che è nelle casse. Arraffato il bottino, ancora in corso di quantificazione, i due, escono frettolosamente dall’istituto bancario e si danno alla fuga. L’allarme è immediato. I carabinieri del Norm di Rende, arrivano in banca e, iniziano ad ascoltare i primi testimoni e a raccogliere le registrazioni video delle telecamere, installate all’interno e all’esterno della Bcc. Mentre i militari dell’Arma del Nucleo operativo radiomobile avvia e intensifica le indagini, i detective della Compagnia di Rende, diretti dal capitano Sebastiano Maieli, avviano una serie di rastrellamenti sul territorio, sottoponendo nuovi e vecchi “clienti” delle forze dell’ordine a controlli e perquisizioni.

    Carmine Calabrese

    Più informazioni su